Auto ad aria compressa pronta per il 2013

Annunciata questa settimana anche dal quotidiano La Repubblica, sembra finalmente pronta l’auto ad aria compressa, novità tecnologica, anche se i complottisti la dichiarano pronta gia da decenni, per un futuro dell’auto ecologico.

Veicoli elettrici e ibridi per il commercio

Introdurre nel nostro Paese una nuova disciplina ed una nuova normativa che punti ad incentivare su tutto il territorio nazionale sia l’utilizzo delle auto elettriche, sia la diffusione di reti infrastrutturali per la ricarica dei veicoli. Questo è quanto, tra l’altro, prevede un importante Disegno di Legge, quello Ghiglia-Lulli-Scalera riportante i cognomi dei tre parlamentari che lo hanno proposto.

Anche per questo il 2012 in Italia sarà un anno molto importante per lo sviluppo della mobilità elettrica; a pensarla così è Gianni Filipponi, il Presidente dell’Unione delle case automobilistiche estere che operano in Italia, ovverosia l’Unrae.

Prezzi auto elettriche

Nel nostro Paese sono tanti gli italiani che, per quel che riguarda la mobilità urbana, sarebbero pronti ad abbandonare le vetture alimentate a benzina e diesel optando per un’auto elettrica; ma questo può e potrà avvenire solo se i prezzi delle auto elettriche sul mercato inizieranno a scendere sensibilmente. In attesa che questo accada servirebbe che le istituzioni mettessero a punto dei piani di incentivazione e di facilitazione all’acquisto di vetture verdi a favore degli automobilisti.

E’ questa, in estrema sintesi, la posizione dell’ACI, Automobile Club d’Italia, sul mercato delle auto elettriche in Italia che è ancora caratterizzato in tutto e per tutto da un’impasse causata proprio da prezzi delle vetture che non sono ancora abbordabili.

Permesso Ztl per le auto ecologiche

Il comune di Torino ha emanato una nuova ordinanza per incentivare l’acquisto di auto ecologiche realizzate con motori elettrici o motori termici a combustione di gas metano o gpl. Fatto sta che il sindaco grazie alla nuova ordinanza darà permesso ai veicoli ecologici di entrare nelle zone a traffico limitato.

Attualmente nella zona a traffico limitata possono entrare i veicoli elettrici, ma la cosa innovativa è che d’ora in avanti potranno circolare nella ztl anche i veicoli a motore termico alimentati però da gas metano o gpl in grado di limitare sensibilmente le polveri sottili rispetto ai classici motori a diesel e benzina.

EDAG Light Car, innovazione tecnologica per Ginevra 2009

Il prossimo Salone di Ginevra sarà certamente caratterizzato dalla massiccia presenza di modelli a propulsione ibrida ed elettrica; negli ultimi mesi tutte le case hanno dimostrato di avere ben compreso la valenza di investire nella progettazione di automobili ad alta efficienza e a basso impatto ambientale.

Si propone come una delle novità più interessanti il progetto EDAG con la Light Car. Si tratta di un concept rivoluzionario per i materiali con cui è stato realizzato; per la prima volta infatti fa la sua comparsa la fibra di basalto, un materiale estremamente leggero e resistente, riciclabile al 100%.

Audi presenta il suo progetto Ecologico

Audi si sta rivelando come una delle case costruttrici che riesce, almeno fino ad ora, a gestire al meglio il momento di crisi in cui sta versando il settore automobilistico. Guardando al futuro il colosso tedesco sta pianificando la nuova offerta includendo anche una gamma di automobili ibride ed elettriche.

La futura gamma ecologica Audi, che verrà contraddistinta dalla sigla E, si comporrà inizialmente di ben cinque diverse automobili, in modo da coprire più segmenti contemporaneamente.

Il futuro elettrico di Renault

Renault ha comunicato i propri piani e propositi per la realizzazione di una gamma di auto elettriche da concretizzare, iniziando produzione e consegne, entro il 2012. La prima gamma elettrica della casa francese sarà composta da tre modelli, una citycar di dimensioni poco più grandi della attuale Twingo, una Kangoo e una Megane nella configurazione di carrozzeria berlina.

SmartGauge ed Ecoguide: Ford educa all’ibrido

Immagine del sistema diglitale ecoguide di Ford

Che il futuro prossimo dell’auto sarà ibrido ormai è una certezza, tanti sono i modelli proposti dalle case costruttrici, che vedono soluzioni di abbinamenti di motori elettrici a motori benzina o diesel, e che dovrebbero entrare in produzione tra la fine del 2009 ed i primi mesi del 2010.

Uno dei problemi di adattamento principali, per chi passa da un’auto tradizionale ad una ibrida sarà quello della corretta gestione della parte elettrica, imparare gestirne l’autonomia e i tempi di ricarica.