Super Tuning Brabus

brabus_rocket

Lo slogan della Brabus è decisamente sadico, “se chiedi quanto costa…non te lo puoi permettere”.

Ma cinismo a parte, Brabus è senza dubbio il miglior preparatore di auto di serie d’Europa.

Bodo Buschmann, assieme al suo ex socio Brakmann, ha iniziato nel 77 l’attività di tuner in Germania.

Modificando, all’inizio degli anni 90, le vecchie Mercedes W124, il cui solido telaio consentiva esperimenti anche estremi, Brabus ha raggiunto la notorietà anche al di fuori dei confini tedeschi; inanellando una lunga lista di record che è iniziata nel 1996 con il record di velocità per una berlina omologata, ben 330 km/h con una Mercedes E V12.

Oggi i marchi sui quali la produzione Brabus si basa sono Mercedes, Smart e Maybach.

La storia commerciale di Brabus è strettamente legata a quella della Mercedes, per ogni modello di punta prodotto dalla Stella, Brabus ne fa una versione estrema.

Un bell’esempio della sua produzione, tra l’altro decisamente ben riuscito, è la Rocket.

Auto da film

L’ultima fatica della Marvel Comics, Iron Man, uscito nelle sale italiane il I° maggio scorso, è stato abilmente e abbondantemente sponsorizzato dalla Audi. La vetturetta per tutti i giorni del personaggio principale era niente meno che la R8, delizia di tecnologia e di design.

Alla protagonista femminile era invece affidata una splendida Audi A5. Ma per tutta la durata del film, qualsiasi automobile venisse inquadrata nel frontale, mostrava i quattro cerchi della casa di Ingolstadt, per non parlare delle Q7 sparse qua e là.

Questo è l’ultimo esempio di quanto sia importante abbinare ad un film adrenalinico e ad alto impatto emotivo, come un colossal d’azione, una vettura da sogno. Spesso il successo del film al botteghino si tramuta in popolarità per le case costruttrici, chi prima di “Ritorno al Futuro” conosceva la De Lorean? Praticamente nessuno esclusi pochi appassionati, eppure negli anni successivi alla trilogia del film anche in Italia si è organizzato un raduno nazionale di questa auto.