Lorenzo alla Ducati, l’ingaggio vale 25 milioni di euro

Il campione del mondo in carica, Jorge Lorenzo, cambia casacca e ormai è ufficiale il suo passaggio dalla Yamaha dove si contende il primato interno con Valentino Rossi, alla Ducati, dove farà i conti con un altro italiano: Dovizioso, o anche Iannone. 

Il ritardo della Yamaha dovuto alla lotta Rossi-Lorenzo

La lotta tra Rossi e Lorenzo è ancora molto difficile da gestire e la Yamaha inizia a soffrire questa contrapposizione tra due campioni. Pur potendo gioire di aver portato nel paddock un altro titolo iridato, la Yamaha si affretta a dire che questa lotta intestina per il titolo iridato, ha rallentato lo sviluppo della moto del prossimo anno. 

La vittoria al vetriolo di Lorenzo

Lorenzo vince a Valencia e vince anche il motomondiale ma lo spettacolo di Valencia non piace agli sportivi e soprattutto ai tifosi di Valentino Rossi che davanti alle telecamere non nega il suo rammarico verso un titolo che gli è stato negato da una penalizzazione considerata eccessiva.

L’abbigliamento racing per la Yamaha

Avete presente le critiche che spesso sono mosse ai piloti rispetto alla loro immagine in pubblico? Tutto dipende dal fatto che un pilota, una volta che entra in una scuderia o in un paddock è tenuto ad indossare tutto quello che gli sponsor gli mettono a disposizione, soprattutto a bordo pista. La Yamaha sta curando proprio l’abbigliamento. 

Promozione Yamaha: test drive sull’off road

La Yamaha offre una grande opportunità, una di quelle che difficilmente si presenta agli appassionati: la possibilità di provare i modelli da cross in un’area dedicata. Mentre gli altri modelli possono essere infatti comodamente provati sulle strade urbane ed extraurbane, per gli enduro e i cross possono esserci problemi nei modelli più specifici, non omologati per la circolazione stradale che possono circolare solo nei circuiti ad essi dedicati come i crossodromi.

Lorenzo: test positivi in vista del campionato

La Yamaha è stata impegnata con il suo pilota Jorge Lorenzo e le notizie sono tutte positive, quelle che vengono dai test de “El Martillo” (il martello), soprannome giusto per un pilota tosto come lo spagnolo. Ieri il campione del mondo ha svolto una simulazione di gara nel pomeriggio, ultimo atto di una serie di di test a Sepang, dove l’iberico ha segnato, giro dopo giro, qualsiasi suo riferimento cronometrico. Al primo giro lo spagnolo ha fermato il cronometro a 2’01″332 e poi nei cinque giri consecutivi è sceso sotto il muro del 2’01″con i seguenti tempi: 2’00″968, 2’00″997, 2’00″873, 2’00″802, 2’00″888. Il Porfuera, altro soprannome, sta già saggiando le sue doti di forma, e sembra che sia già pronto per il prossimo campionato mondiale con un distacco di 329/1000 dal rivale Dani Pedrosa.

La Yamaha al Motor Bike Expo di Verona

La Yamaha Motor Italia ha partecipato al Motor Bike Expo Show schierando tutti i suoi modelli al gran completo, affiancati dai prototipi che intende sviluppare durante l’anno.

Yamaha R1 customized da Sesto Cycles

Le moto sono forse i veicoli preferiti da parte delle case di personalizzazione come la Sesto Custom Cycles, un’azienda californiana che nel tempo si è specializzata nelle rielaborazioni delle supersportive con delle creazioni veramente bizzarre e poco conformiste. Molto conosciuta da chi apprezza la “follia” progettuale, la Sesto Cycles ha presentato al Salone di Long Beach la sua ultima creatura, una Yamaha R1 del 2009 talmente stravolta da essere irriconoscibile, vincendo la gara delle special nella Custom Showdown Pro Builder.

Yamaha: grande promozione sul tagliando invernale

La Yamaha ha in serbo un’altra promozione per i propri clienti, che parte proprio in questi giorni. È la Yamaha Winter Pit Stop 2012/2013 per tutti i possessori dei suoi scooter dai 50cc 4T fino ai grandi maxi-scooter per dare la possibilità ai propri clienti del tagliando Invernale a prezzo speciale con il cambio dell’olio motore e di 9 controlli tecnici specifici.