Il ritardo della Yamaha dovuto alla lotta Rossi-Lorenzo

di Alba D'Alberto Commenta

La lotta tra Rossi e Lorenzo è ancora molto difficile da gestire e la Yamaha inizia a soffrire questa contrapposizione tra due campioni. Pur potendo gioire di aver portato nel paddock un altro titolo iridato, la Yamaha si affretta a dire che questa lotta intestina per il titolo iridato, ha rallentato lo sviluppo della moto del prossimo anno. 

Non è una persona a caso del management della Yamaha ad inserirsi nell’alterco in questione ma Zeelenberg che al sito crash.net fa questa dichiarazione:

Entrambi i nostri piloti erano impegnati nella battaglia serrata per il titolo ed era quindi difficile far provare loro tante novità per la stagione successiva. Noi non eravamo molto interessati alla cosa, in quel momento. Era rischioso, abbiamo saltato qualche test ufficiale con la Michelin perché i nostri piloti erano un po’ preoccupati e stavano pensando al loro mondiale. Eravamo svantaggiati perché impegnati nella lotta iridata, mentre le altre case no e potevano provare come volevano.

C’è poi da considerare che il ritardo nello sviluppo e nei test non si recupera certo a suon di dichiarazioni al vetriolo. In più bisogna cominciare a pensare alle novità introdotte nel regolamento che potrebbero rendere la prossima stagione più difficile per tutti i piloti, Rossi e Lorenzo in primis. Per questo sempre Zeelenberg si affretta a ribadire:

Con le nuove gomme devi guidare diversamente e dimenticarti lo stile di guida Bridgestone: molte cadute sono avvenute in frenata, con la perdita dell’anteriore, altre in piega all’apertura del gas. Bisogna adattarsi. Lorenzo e Rossi frenano molto anche quando sono piegati, mentre uno come Pedrosa , che frena forte sul dritto, non sta molto in piega e rialza la moto velocemente potrebbe adattarsi meglio alle Michelin. Lorenzo in realtà è abbastanza bravo a trovare velocemente il ritmo con ogni tipo di set-up, ma deve anche capire bene il limite delle Michelin sul passo, perché diversamente dalle Bridgestone non danno molti avvertimenti.

Appuntamento comunque al 18 gennaio, giorno in cui a Barcellona sarà presentata dalla Yamaha la squadra della prossima stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>