Lorenzo: test positivi in vista del campionato

di t-punch Commenta

Test positivi per Jorge Lorenzo a Sepang

La Yamaha è stata impegnata con il suo pilota Jorge Lorenzo e le notizie sono tutte positive, quelle che vengono dai test de “El Martillo” (il martello), soprannome giusto per un pilota tosto come lo spagnolo. Ieri il campione del mondo ha svolto una simulazione di gara nel pomeriggio, ultimo atto di una serie di di test a Sepang, dove l’iberico ha segnato, giro dopo giro, qualsiasi suo riferimento cronometrico. Al primo giro lo spagnolo ha fermato il cronometro a 2’01″332 e poi nei cinque giri consecutivi è sceso sotto il muro del 2’01″con i seguenti tempi: 2’00″968, 2’00″997, 2’00″873, 2’00″802, 2’00″888. Il Porfuera, altro soprannome, sta già saggiando le sue doti di forma, e sembra che sia già pronto per il prossimo campionato mondiale con un distacco di 329/1000 dal rivale Dani Pedrosa.


Nelle dichiarazioni post-test Lorenzo ha commentato positivamente i tre giorni passati a Sepang, dove sono state provate diverse novità che hanno certamente lasciato di buonumore il pilota per quel che riguarda lo sviluppo della moto. Il prossimo passa sarà quello di confermare quanto di buono visto in Malesia anche su altri circuiti, per essere pronti al mondiale.

Moto GP arriva la centralina unica
Lorenzo prova la Yamaha del 2013

Nel pomeriggio il campione del mondo ho portato a termine per la prima volta dall’inizio delle prove invernali, una simulazione di gara. Lorenzo ha affermato di essere in splendida forma, sia mentale che fisica, condizione essenziale per un campionato che si preannuncia particolarmente impegnativo, affaticante e combattuto, con avversari di tutto rispetto, pronti a competere per spodestare il re delle ultime due stagioni. Nei tre giorni di test Lorenzo ha completato 170 giri di cui 14 consecutivi nell’ultimo long-ru dove è sceso sotto il muro del 2’01″.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>