Un masso cade sull’auto? Il gestore paga i danni

 

Con la sentenza 23563 depositata l’11 novembre scorso, la Cassazione s’è occupata di un caso particolare: la caduta massi, d’origine franosa, su un’auto. Stabilendo che a pagare i danni alla vettura e le eventuali lesioni fisiche a guidatore e passeggeri debba sempre il gestore della strada. Questo principio vale anche se il proprietario del fondo adiacente non bonificato il terreno.

Comportamenti scorretti alla guida: una breve lista

Sia che si viaggi su strade di campagna, strade di città, superstrade o autostrade, è probabile che si incontrino regolarmente automobilisti che stanno facendo qualcosa di sconsiderato, malconsigliato o addirittura pericoloso. Quella che segue è una lista non esaustiva di comportamenti scorretti quando si è alla guida.

Parcheggi sconsiderati
Uno dei requisiti per conseguire la patente di guida comprende il fatto di essere in grado di parcheggiare correttamente, ed è qualcosa che tutti dovrebbero essere in grado di fare. Sfortunatamente, molte persone o non sono in grado di farlo, o più probabilmente, non gliene importa niente. E’cosi difficile parcheggiare la macchina correttamente specialmente quando le linee sono adeguatamente disegnate sulla strada?

Risarcimento colpo di frusta

In un tamponamento automobilistico, nella maggiorparte dei casi, il tamponato avverte un dolore alla testa che si può irradiare alle tempie e alla schiena.

Questo tipo di sintomi sono la conseguenza di una distorsione al rachide cervicale patologia che viene comunamente definita come colpo di frusta per il movimento che il collo e la testa esercitano dal brusco cambio di moto. Le assicurazioni italiane ogni anno sono costrette a risarcire i propri clienti attraverso un esborso di 2 milioni di euro.