Tata Nano Superdrive

La Tata Nano sta ottenendo molto successo in India, con il presidente Ratan Tata che sta un po’ replicando quello che è stato l’effetto Fiat 500 in Italia negli anni 50.

Tata sta portando l’auto anche a chi prima non poteva permettersela infatti la versione più economica della Nano in India costa circa 2.100 euro.

Tata Nano negli USA grazie a Fiat

tata-nano

Al presidente della compagnia indiana Tata Motors, Ratan Tata, piacerebbe poter vendere la propria Tata Nano negli Stati Uniti, però sorge un piccolo problema: Tata non ha concessionari o comunque venditori negli States.

In aiuto di Tata potrebbe arrivare la recente alleanza tra Fiat e Chrysler (è notizia di ieri l’ufficialità dell’accordo), in quanto il marchio torinese potrebbe essere interessato a vendere un’altra auto piccolina sul suolo americano, dopo la Fiat 500. Fiat e Tata sono già società unite in affari, per esempio la Tata è il marchio che vende le auto Fiat in India.

Tata PrIma, il nuovo che avanza

tata-pr1ma-concept-at-geneva-2009

Tra le numerose auto esposte in questi giorni al Salone di Ginevra 2009 una che ha attirato particolarmente la nostra attenzione è stata la Tata PrIma oltre cha alla Tata Nano; si tratta di una concept car disegnata nientemeno che da Pininfarina su commissione del gruppo Indiano.

Tata è un marchio del quale parliamo con crescente frequenza e che, per svariati motivi, ci offre spunti di discussione. Se fino a qualche anno fa era considerato un marchio di serie B oggi bisogna considerarlo con particolare attenzione per le implicazion che avrà sui mercati internazionali e per l’importanza che potrà rivestire a breve termine.

Tata Nano, partirà da Ginevra la conquista dell’Europa?

tata_nano

Si è fatto un gran parlare della Tata Nano, l’automobile più economica in assoluto, progettata con il nobile intento di dare un tetto alla fascia più povera della popolazione indiana. Infatti in occasione del suo debutto mediatico, oltre un anno fa, era stato ipotizzato un prezzo di vendita inferiore ai 2.000 euro.

Un miliardo di dollari per una boccata d’ossigeno, Tata rimpingua le casse Jaguar e Land Rover

Una bella iniezione di capitali sembra che stia arrivando per sostenere in questo momento di grande flessione del mercato dell’auto i due marchi inglesi Jaguar e Land Rover. Tata ha comunicato di volere supportare con un ingente autofinanziamento i marchi recentemente acquisiti, visto che il flemmatico governo inglese non ha ancora fatto alcun accenno ad aiuti istituzionali per sostenere l’industria automobilistica interna.

Tata sul musetto delle Ferrari da Formula 1

La Tata f2008

Chi l’avrebbe mai detto che uno dei marchi noti per la produzione di automobili economiche finisse per diventare un degli sponsor primari della più blasonata scuderia di Formula 1? Invece in questi tempi in cui dal mondo dei motori arrivano notizie che mai ci saremmo aspettati è arrivata anche la notizia che Tata sponsorizzerà nientemeno che la Ferrari per la prossima stagione 2009. Tata Motors ovviamente non è paragonabile per nessun verso al mondo della Ferrari, salvo produrre entrambe modelli a quattro ruote, ma fa parte di Tata Group, un vero colosso dell’industria indiana, impegnato su più fronti economici.