Tata PrIma, il nuovo che avanza

di Redazione Commenta

Tata è un marchio che sarà sempre più presente nei mercati europei, che mai come adesso richiedono modelli di auto low cost.

Tra le numerose auto esposte in questi giorni al Salone di Ginevra 2009 una che ha attirato particolarmente la nostra attenzione è stata la Tata PrIma oltre cha alla Tata Nano; si tratta di una concept car disegnata nientemeno che da Pininfarina su commissione del gruppo Indiano.

Tata è un marchio del quale parliamo con crescente frequenza e che, per svariati motivi, ci offre spunti di discussione. Se fino a qualche anno fa era considerato un marchio di serie B oggi bisogna considerarlo con particolare attenzione per le implicazion che avrà sui mercati internazionali e per l’importanza che potrà rivestire a breve termine.


Come saprete TATA dal marzo 2008 è proprietaria di due tra i più prestigiosi marchi storici europei, Jaguar e Land Rover; il colosso indiano è infatti riuscito ad acquistarli dalla Ford per la cifra di 2.3 miliardi di dollari.

La Tata PrIma è una berlina compatta, una tipologia di auto che non ha mai avuto vita felice nel nostro paese mentre è abbastanza apprezzata nel resto d’Europa. A giudicare dalle foto la PrIma ha una linea abbastanza lineare, forme morbide e decisamente armoniose.

E’ evidente il gusto europeo e la mano Pininfarina difficilmente disegna qualcosa di stonato.


L’aspetto della PrIma è decisamente curato, la particolare curvatura del tetto suggerisce una linea da coupé a quattroporte, un must del momento; è inoltre avvertibile una certa grinta soprattutto al frontale.

Con quest’auto la Tata intende dare un’erede alla Indigo, una berlina praticamente sconosciuta e di cui sono stati venduti un numero di esemplari davvero esiguo. La PrIma è stata progettata con l’intento di innalzare il livello di qualità oggettiva e percepita;

Al momento non sono stati dichiarati ne la data di inizio della produzione ne tanto meno i prezzi. A giudicare dal grado di completezza della PrIma comunque si ha la sensazione che il lancio commerciale non sia affatto lontano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>