Tasse auto 2011

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Sull’acquisto di automobili grava in Italia una pressione fiscale diretta e indiretta sempre più opprimente, e sempre più insostenibile. Ad esempio, di recente è entrata in vigore la nuova IPT, ovverosia la cosiddetta Imposta Provinciale di Trascrizione.

Sull’acquisto di automobili grava in Italia una pressione fiscale diretta e indiretta sempre più opprimente, e sempre più insostenibile. Ad esempio, di recente è entrata in vigore la nuova IPT, ovverosia la cosiddetta Imposta Provinciale di Trascrizione; ma c’è anche il superbollo sulle automobili più potenti e, ultimo in ordine di tempo, l’aumento dell’aliquota ordinaria sull’acquisto dei veicoli, che dallo scorso mese di settembre è passata dal 20% al 21%.

Poi c’è una fiscalità indiretta che pesa sui costi di mantenimento dell’auto. Si parte in particolare dall’inasprimento della tassazione sulle coperture assicurative di responsabilità civile, con le Province italiane, ed in particolare molte di queste, che l’anno incrementata al valore massimo loro concesso, pari a ben il 3,5%.



MOTORI DIESEL BATTONO IL BENZINA

Dulcis in fundo, la benzina, sempre più cara, risente della formazione del prezzo alla pompa dell’aumento delle accise da parte dello Stato, che nell’ultimo anno è avvenuto per ben due volte in corrispondenza di nuovi record dei prezzi di vendita presso i distributori.

INCENTIVI GPL E METANO PER TUTTE LE AUTO

Di riflesso, considerando l’attuale scenario congiunturale e macroeconomico difficile, e tenendo conto del fatto che in Italia i redditi delle famiglie sono sotto pressione, è facile fare due più due e, quindi, rilevare un mercato dell’auto che è stagnante e che sta penalizzando le case automobilistiche italiane ed estere. Servirebbe di conseguenza che in Italia il Governo sull’auto facesse un passo indietro alleggerendo la fiscalità, oppure pianificando una efficace politica di incentivazioni al fine di sostenere il mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>