Mattia Binotto sostituisce James Allison in Ferrari

di Alba D'Alberto Commenta

Anche se la F1 in questo momento è scossa dalla notizia che riguarda Ecclestone e che accenneremo brevemente, bisogna anche prendere nota di un cambio in casa Ferrari dove Allison è stato sostituito da Binotto. L’annuncio della separazione e l’altra notizia sconvolgente. 

La prima cosa che dobbiamo assolutamente menzionare è il rapimento della suocera di Bernie Ecclestone. I rapitori hanno chiesto – com’era facile immaginare – un cospicuo riscatto. Ecco quel che riporta nella notizia RaiNews:

E’ stata rapita in Brasile la suocera del patron della F1, Bernie Ecclestone, per la quale è già stato chiesto un riscatto di 33 milioni di euro. Secondo i media brasiliani, la richiesta è la più imponente mai fatta in Brasile. Aparecida Schunck, 67 anni, madre della giovane moglie brasiliana di Bernie Ecclestone, la 38enne Fabiana Flosi, è stata rapita venerdì vicino la sua casa a San Paolo. Secondo il magazine “Veja”, che cita fonti vicine alla polizia, la gang criminale si è già messa in contatto con la famiglia Ecclestone: chiedono che il riscatto sia pagato in sterline e consegnato in 4 borse di plastica.

Ma torniamo un attimo in Italia e in particolare in Ferrari dove la dirigenza ha comunicato che dopo 3 anni di collaborazione, la Scuderia e James Allison hanno deciso di prendere strade diverse, tanto che Arrivabene ha commentato:

“Il team desidera ringraziare James per l’impegno e il sacrificio profusi in questo periodo passato assieme e gli augura successo e serenità per i suoi futuri impegni”.

Da parte sua James Allison ha detto:

“Negli anni passati in Ferrari, in due periodi distinti e con ruoli diversi, ho avuto modo di conoscere e apprezzare il valore della squadra e delle donne e degli uomini che ne fanno parte. A loro va il mio ringraziamento per questa grande esperienza professionale e umana. Auguro a tutti un futuro felice e pieno di soddisfazioni”.

Mattia Binotto assume il ruolo di Chief Technical Officer di Scuderia Ferrari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>