Si potrà avere un giorno il pieno da biogas?

di Alba D'Alberto Commenta

Quando si parla di biometano si fa riferimento al pieno di gas ottenuto dai rifiuti. Sarà mai possibile vedere in strada delle auto così tanto “ecologiche”? Fino ad ora ne abbiamo sempre parlato come un’utopia ma sono stati fatti numerosi passa avanti. 

Adesso ottenere il pieno di gas dai rifiuti è tecnicamente possibile. In Italia, come riferisce anche Quattroruote, infatti, esistono già 1500 impianti che trasformano i rifiuti organici, quelli zootecnici e le biomasse, in biogas. Si tratta di un carburante che per il 65% è composto da metano e il resto è anidride carbonica. Ci sono anche altri elementi ma si tratta di “residui”.

Con una serie di modifiche, minime secondo gli esperti, le strutture che trasformano i rifiuti in biogas potrebbero produrre metano puro al 99%. Per metano puro s’intende lo stesso che in casa alimenta le caldaie e che in strada dà vita alle vetture a gas naturale. La FCA ha fatto un studio approfondito anche sulle emissioni delle vetture a metano arrivando ad equipararle alle vetture ibride. I risultati delle ricerche sono stati riassunti così da Quattroruote:

secondo FCA, vista la provenienza del gas ottenuto dai rifiuti le emissioni di CO2 “dal pozzo alle ruote” (ovvero tenendo conto di tutta la filiera di produzione del carburante) di una Panda TwinAir Natural Power alimentata con il biometano sono pari a quelle di una vettura elettrica a batterie se ricaricate con corrente generata con energie rinnovabili, e inferiori del 97% di quelle di una Panda 1.2  benzina. Invece, nel caso l’elettrica venisse ricaricata con energia prodotta col mix di fonti europeo, lo stesso livello di emissioni di anidride carbonica, pari al 44% di quelle dell’utilitaria Fiat a benzina, sarebbero raggiunte con una miscela composta dal 40% di biometano e dal 60% di gas naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>