Incentivi auto 2013, un fallimento previsto

incentivi_auto_2013_2015_22509

Gli incentivi auto 2013 si stanno rivelando un vero e proprio fallimento, come tra l’altro ampiamente previsto da tutti gli addetti ai lavori. La più grande critica era che le aziende non hanno veicoli immatricolati da più di dieci anni da rottamare, e questo si è rivelato un motivo del fiasco.

Incentivi auto 2013-2015 in arrivo

A breve potrebbero essere messi a disposizione 120 milioni di euro per l’acquisto di auto a basse emissioni inquinanti, infatti se non ci saranno ulteriori ritardi il decreto ministeriale attuativo delle misure per promuovere la mobilità sostenibile contenute nella Legge Sviluppo del 2012 dovrebbe entrare in vigore fra non molto.

auto elettriche

Incentivi auto ecologiche 2013: tutto rimandato

Gli incentivi per le auto ecologiche del 2013 sono già spariti, ancor prima di essere resi disponibili. Il famoso decreto sviluppo (legge 7 agosto 2012 n. 134 di conversione del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, recante “Misure urgenti per la crescita del Paese”) che aveva introdotto gli incentivi per il triennio 2013-2015, rinviava la modalità per la preventiva autorizzazione all’erogazione e le condizioni per la fruizione dei contributi a un seguente decreto del ministro dello Sviluppo economico di concerto con il ministro dell’Economia e delle finanze da adottare entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge stessa, ossia l’11 ottobre 2012.

Incentivi auto 2013 rinviati a data da destinarsi

Gli incentivi per le auto ecologiche previsti per il 1 gennaio 2013 sono stati di fatto rinviati a data da destinarsi, vista l’assenza del decreto di attuazione della Legge 134 del 7 agosto 2012, ossia il famoso Decreto sviluppo, il quale contiene norme per la diffusione di veicoli a basse emissioni complessive.

Il decreto di attuazione è necessario per stabilire le regole di accesso agli incentivi, sarebbe dovuto essere stato emanato entro la metà di ottobre, ma i tempi si sono allungati in attesa dell’approvazione della Legge di stabilità, deliberata dal Senato il 20 dicembre e in fase di approvazione alla Camera.