polizza rc auto

Immatricolazioni auto Europa, ecco cosa è emerso nel 2021

L’anno che da poche settimane è terminato avrebbe dovuto, quantomeno nelle intenzioni dei grandi marchi, trasmettere i giusti stimoli per la riscossa del settore automobilistico in tutto il Vecchio Continente, a maggior ragione dopo un 2020 che ha dovuto affrontare la fase più complicata e difficile legata all’emergenza sanitaria.

polizza rc auto

mercedes vito

Mercedes Vito, storico sorpasso ai tradizionali taxi britannici

mercedes vito

Londra è una città che rispetta sempre molto le tradizioni e difficilmente se ne discosta in maniera importante. Ecco spiegato il motivo per cui fa sicuramente molto strano, in un periodo storico e politico dominato dalla Brexit, che uno dei miti inglesi stia venendo meno. Infatti, il taxi tradizionale, che viene ribattezzato spesso come Black Cab, sembra stia perdendo colpi nella sfida con il modello più economico e pratico Mercedes Vito.

auto a benzina

Auto a benzina, le immatricolazioni sorpassano quelle a diesel

auto a benzina

Era dal 2009, in campo europeo, che le auto a benzina hanno raggiunto un livello globale di vendite superiore rispetto a quello delle auto diesel. Un sorpasso che si è verificato nel corso dei primi sei mesi del 2017. A dare la spinta sono state le auto con propulsore a ciclo Otto che hanno portato le immatricolazioni al 48,5% rispetto al 46,3% delle auto a gasolio. Nel medesimo periodo dell’anno scorso, il quadro era diverso, con le immatricolazioni delle auto a benzina che erano rimaste al 45,8%.

Norvegia immatricolazioni auto elettriche

Norvegia, gennaio da record per l’immatricolazione di auto ibride ed elettriche

Norvegia immatricolazioni auto elettriche

Il mese di gennaio è stato quello del record per la Norvegia. Per la prima volta, infatti, il numero di immatricolazioni di vetture ibride ed elettriche ha superato quelle delle auto a propulsore termico. Si tratta di un risultato davvero molto importante, che potrebbe anche accadere nuovamente proprio nel corso di questo mese di marzo. Il merito è sicuramente delle politiche severe, ma semplici della Norvegia, che non ha lasciato nulla al caso. D’altronde, i numeri parlano chiaro: 51,4% contro 48,6% a gennaio.

Immatricolazioni in picchiata a marzo


Come è stato ampiamente preventivato dalle ultime notizie apparse su televisioni e giornali, il mercato italiano delle quattro ruote ha decisamente deluso le aspettative anche nel mese di marzo, trascinando con sé un passivo davvero molto pesante.
In base a quanto è stato pubblicato da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nel corso del mese di marzo il numero delle immatricolazioni si è fermato a 138.137 auto: si tratta di una percentuale in picchiata rispetto a marzo 2012, in cui si era verificato circa il 26,7% di immatricolazioni in più.

Immatricolazioni auto aprile 2010

Il Ministero dei Trasporti ha diffuso i dati sulle immatricolazioni auto nel mese di aprile scorso, e come ampiamente previsto, si è registrato un netto calo nella vendita di auto nuove.

Rispetto allo stesso mese del 2009 c’è stato un calo di immatricolazioni pari al 15,7%, per un totale di 159.971 nuove immatricolazioni.