Aprilia RSV4 Factory APRC

di t-punch Commenta

La Aprilia RSV4 Factory APRC è forse la piu innovativa delle moto da strada supersport, con uno sforzo tecnologico importante derivato tutto dal settore corse che ha visto Max Biaggi Laurearsi campione del mondo nel 2010.

La Aprilia RSV4 Factory APRC deriva direttamente dall’esperienza sportiva che ha visto Max Biaggi laurearsi campione del mondo nel 2010. Rivoluzionaria nel concetto di applicazione per una moto da strada supersportiva, questo gioiellino di Aprilia vanta ben tre nuovi brevetti registrati dalla casa italiana per il monitoraggio delle prestazioni dinamiche in strada per le regolazioni e le gestioni elettroniche del motore.


Il motore è innovativo nel suo 4 cilindri a V a 65°, da 999 cc, gestito con il sistema APRC (Aprilia Performance Ride Control), così importante da essere inserito nel nome.
È composto dalla gestione elettronica dei sistema ATC (Aprilia Traction Control) per un controllo a 8 modalità della trazione anche con vari tipi di pneumatici; dal sistema ALC (Aprilia Launch Control) su tre modalità per una partenza decisa e controllata; dal sistema AWC (Aprilia Wheelie Control) per la gestione delle impennate su tre diverse modalita; dal sistema AQS (Aprilia Quick Shift) il cambio elettronico stile formula 1 che consente cambi fulminei senza interrompere l’erogazione e senza utilizzare la frizione.
Inoltre si possono scegliere le due modalità, race o road per diversi stili di guida.

Lo scarico è stato alleggerito mentre il motore è dotato di un nuovo sistema di lubrificazione per aumentare le prestazioni a parità di consumi. I cilindri a V da 65° sono un’idea tutta Aprilia, per ridurre gli spazi e accentrare le masse, migliorando così stabilità, bilanciamento e sicurezza. Al ciclistica ne guadagna in prestazioni senza cambiare telaio e forcella, grazie alle tantissime modalita di scelta del sistema APRC. Cambiati i cerchi, ora in alluminio ultraleggero e i nuovi, moderni e tecnologici pneumatici bimescola.

Maxi scooter Aprilia SRV 850 presentato a Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>