Home » 356 Speedster revival: una realtà?

356 Speedster revival: una realtà?

speedster

Guardando indietro al passato, e considerando alcune delle vetture che hanno reso grande il piacere della guida sportiva ed hanno contribuito a costruire quel mito leggendario che oggi è la Porsche, ci si chiede come sia possibile che oggi vengano costruiti autentici “mostritwin-turbo capaci di generare una potenza di 550 CV, visto che le più celebri sportive del passato come la Speedster per esempio, erano in grado di offrire ottime prestazioni ed un piacere di guida assoluto con appena 760 chili di peso ed un motore da 40 CV.

Si sospetta che un ritorno a quelle gloriose radici sia nei progetti della Porsche, e gli ultimi pettegolezzi fanno addirittura trapelare che la data per questa rivoluzionaria operazione di revival potrebbe essere il 2013.

Gli ultimi lavori sulla Boxster, e quello che si prospetta come un rilancio della 914 potrebbero non essere altro dunque che delle schermaglie di copertura al lavoro ancora tutto segreto sull’erede spirituale della 356.


Certo l’uscita su strada di un modello targato 1948 con le nuove norme di sicurezza potrebbe costituire un problema, ed è per questo che il concept mostrato quest’anno dalla Volkswagen al Detroit Motor Show, la Bluesport Roadster, potrebbe essere un esempio di quanto si potrebbe progettare in casa Porsche, ed il legame tra le due case potrebbe essere solido abbastanza da supportare la realizzazione di entrambe.

2009_volkswagen_bluesport_roadster_concept

Spy foto e dettagli della Boxster di nuova generazione, catturate nel corso di quest’inverno durante le prove su strada, indicano quindi come potrebbe essere uno dei possibili modelli che la Porsche potrebbe tenere in considerazione per realizzare una nuova vettura leggera, a basso consumo, sullo stile della vecchia ma mai dimenticata Speedster.

Per quanto riguarda il motore, la scelta è decisamente varia, potendo la Porsche optare per un turbo a 4 cilindri, oppure un 2.0 turbo ad iniezione diretta di produzione Audi, dalla potenza di 300CV, o il 1.4 TSI Scirocco di casa Volkswagen, più piccolo ma in grado di toccare i 200CV.

Al di là delle romanticherie sul ritorno della 356, non vi sono dubbi che una vettura piccola e leggera, a bassa potenza e quindi a basso spreco di carburante, avrebbe di sicuro un effetto positivo per il gruppo Volkswagen nei confronti delle norme europee e statunitensi in tema di controllo dei consumi e di riduzione delle emissioni.

Lascia un commento