Infiniti ibrida sportiva in arrivo entro il 2016

di Alessandro Bombardieri Commenta

infiniti-emerg-e-concept-01

Secondo gli ultimi rumors comparsi online, Infiniti dovrebbe lanciare una nuova auto sportiva ibrida entro i prossimi tre anni, sfruttando la tecnologia ibrida studiata con i concept Emerg-e ed Essence.


La maggioranza dei clienti di questa nuova auto dovrebbe essere asiatica, perciò la vettura sarà disegnata soprattutto sui gusti orientali. Il target di clienti sarà quello dei “piccoli imperatori”, con età di circa 30 anni ed una notevole disponibilità economica, che non cercano compromessi, come dichiarato proprio dal boss di Infiniti, Andy Palmer.

Palmer ha paragonato il risultato finale ad una Tesla, ma con maggiore flessibilità in termini di autonomia. Il concept Emerg-e a due posti e trazione posteriore usava un motore 1.2 di derivazione Lotus in abbinamento a due motori elettrici, per una potenza complessiva di 408 CV; invece la Essence utilizzava un V6 3.7 abbinato ad un motore elettrico, che poteva anche lavorare da solo o insieme al motore termico, per una potenza totale pari a 600 CV.

LISTA AUTO IBRIDE 2013

Palmer ha escluso l’ipotesi di utilizzare il motore della Nissan GT-R sulla nuova vettura ibrida sportiva di Infiniti, spiegando semplicemente che non sarebbe adatto per l’auto, in particolare per quanto riguarda il comfort, come rumorosità, vibrazioni e rigidità.

La nuova sportiva Infiniti è vista come un modello cruciale per l’espansione del marchio, che ha l’ambizioso obiettivo di aumentare la produzione dalle 200.000 vetture annuali a quota 500.000 entro il 2020. Infiniti ha già fatto grandi passi in avanti nel farsi conoscere grazie alla sponsorizzazione del team Red Bull in Formula 1, che ha portato notevoli benefici soprattutto sui mercati orientali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>