Volkswagen Golf Variant BlueMotion

di Alessandro Bombardieri Commenta

Durante il Salone di Ginevra 2013 Volkswagen ha presentato al pubblico la nuova Golf Variant, la versione station wagon della berlina di segmento C del Costruttore tedesco.


Merita un discorso a parte la versione BlueMotion, che per la prima volta viene proposta anche sulla Golf Variant. La nuova Volkswagen Golf Variant BlueMotion promette i consumi medi più bassi delle station wagon di segmento C, con appena 3,3 l/100 km nel ciclo combinato, con emissioni di soli 87 g/km. Il motore di questa versione è il 1.6 TDI da 110 CV con start/stop e sistema di recupero dell’energia.

I tecnici VW hanno inoltre adottato diversi espedienti per migliorare l’efficienza aerodinamica dell’auto, come per esempio la calandra del radiatore parzialmente chiusa, i deflettori sui lati del lunotto, i rivestimenti sottoscocca e passaruota specifici, la riduzione dell’altezza dal suolo di 15 mm e pneumatici a bassa resistenza al rotolamento.

Di serie sulla Golf Variant TDI BlueMotion sono presenti 7 airbag, specchietti retrovisori esterni a regolazione elettrica, cornici cromate per le bocchette di ventilazione dell’abitacolo, ECO-HMI (indicazioni sui consumi), sedile del guidatore regolabile in altezza, alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, climatizzatore, differenziale autobloccante elettronico XDS, indicatore di pressione degli pneumatici Plus, schienale dei sedili posteriori abbattibile sdoppiabile asimmetricamente con sbloccaggio a distanza, touchscreen con display TFT da 5 pollici, cristalli atermici verdi e chiusura centralizzata con radiocomando.

La Golf Variant TDI BlueMotion sarà disponibile dal prossimo mese di agosto, nei soli allestimenti Trendline e Comfortline. Sarà l’unico modello dell’intera gamma VW ad essere proposto anche nella colorazione Clearwater Blue Metallic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>