Home » Toyota e Tesla, accordo per il futuro elettrico

Toyota e Tesla, accordo per il futuro elettrico

In molti sono convinti che i veicoli elettrici siano effettivamente l’alternativa più valida ed inevitabile alle vetture che utilizzano i tradizionali carburanti, ma sviluppare auto elettriche presenta ancora oggi alcuni problemi sia di ordine progettuale che finanziario.
E’ questa la ragione per cui spesso si stringono alleanze e si formalizzano accordi tra le aziende per riuscire al meglio in un mercato molto promettente ma anche impegnativo.
Così Toyota e Tesla si sono recentemente incontrate per condividere esperienza e strategie produttive.

Le due aziende hanno in questi giorni annunciato l’intenzione di collaborare congiunti allo sviluppo di veicoli elettrici nel loro insieme, dalla progettazione e realizzazione delle singole parti, ai sistemi di produzione al supporto tecnico.

L’idea è quella di costituire un team di specialisti in grado di affrontare con successo gli sforzi produttivi.

Dal punto di vista finanziario Toyota ha deciso di acquistare 50 milioni di dollari di azioni della Tesla, mentre dal punto di vista produttivo i due marchi collaboreranno insieme per costruire una nuova generazione di veicoli elettrici presso gli impianti di produzione NUMMI in California, poco distante dal quartier generale Tesla di Silicon Valley.

Tesla prevede di utilizzare il sito per realizzare la prossima berlina, Model S, a a partire dal prossimo anno, mentre qui Toyota inizierà la produzione di una nuova gamma di veicoli “all electric” a partire dal 2012.

Toyota non è l’unica casa automobilistica con cui Tesla ha collaborato negli scorsi anni. Anche Daimler è nella partita.

In base all’accordo siglato, Daimler utilizzerà l’esperienza e le competenze tecniche di Tesla, necessarie per riuscire ad entrare con rapidità nel mercato delle vetture elettriche, mentre quest’ultima avrà l’opportunità di sfruttare non solo le competenze tecnologiche dell’azienda tedesca ma anche la sua potenza finanziaria, con un 10% di azioni Tesla già in mano a Daimler.

Lascia un commento