Nuova Tesla Roadster, prende di mira la 911 Turbo

di Redazione Commenta

Musk ha ammesso che la prossima Tesla prevederà una configurazione 2+2.

Lasciando da parte il fatto che sia l’auto elettrica più performante del pianeta, va comunque detto che la Tesla Roadster non brilla per spazio dell’abitacolo e del bagagliaio.

Assomiglia un po’ alle Lotus da questo punto di vista, infatti manca moltissimo spazio per entrambi i passeggeri e per i bagagli, com’è stato addirittura ammesso recentemente dal capo esecutivo di Tesla, Elon Musk. Ma a quanto pare, Tesla ha in mente un piano per modificare le proprie auto, prendendo come riferimento la Porsche 911.

Da tempo sappiamo che la Tesla punta a costruire diverse varianti della stessa auto partendo dalla base solida della Tesla Model S, infatti si era già vociferato anche di una versione denominata GT. Comunque finora i responsabili Tesla avevano sempre tenuto la bocca chiusa riguardo le future specifiche dei modelli.

Musk di recente ha ammesso alla stampa come nel suo garage a fare compagnia ad una Tesla Roadster ci sia una Porsche 911 Turbo e ha ammesso di amare i sedili posteriori di quest’ultima che gli risultano utili soprattutto per portare i bambini a scuola, parole sue.

Sulla scia di questa dichiarazione, Musk ha ammesso che la prossima Tesla prevederà una configurazione 2+2 con al posteriore il 10% in posto di più rispetto ad una 911 Turbo e ben il 50% in più di spazio per i bagagli. Oltretutto ha confermato la presenza della trazione integrale.

Comunque l’arrivo della nuova Tesla dipenderà molto dal successo della Roadster, se tutto dovesse andare per il verso giusto potremmo vedere la Tesla GT nel 2012 o 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>