Tergicristalli attivati con smartphone e Mazda app per gli high tech

di Alba D'Alberto Commenta

La tecnologia, quando si parla di auto e moto, sta diventano preponderante. Ogni brand prova a collegare l’elemento più diffuso tra i cittadini del mondo, il telefono smartphone, con il mezzo di locomozione prediletto: la macchina. Ed ecco i risultati. 

Cosa succede se c’è tanto ghiaccio? Succede che trovare una soluzione per partire con l’auto diventa complicato. Bisogna andare in macchina, accendere l’auto, attendere che l’ambiente si riscaldi e poi procedere per tentativi fino alla pulizia completa dei vetri. In realtà c’è anche una soluzione alternativa, almeno sulla carta. Si tratta di Ford Escape e delle novità sui tergicristalli che stanno spopolando in America. Ne parla Quattroruote con molto entusiasmo:

I nuovi tergicristalli adottano un elemento termico in grado di eliminare il ghiaccio e la neve dalla lama: Ford stima che per completare il processo servano meno di dieci minuti a una temperatura di -8 gradi centigradi. Con Sync Connect, i proprietari della Suv possono attivare il dispositivo con lo smartphone, impostando un timer per l’attivazione da remoto. In futuro, Ford conta di offrire i tergicristalli anti ghiaccio su altri modelli venduti negli States: al momento, però, non ci sono indicazioni per quanto riguarda il mercato europeo e in particolare per la “gemella” dell’Escape, la Kuga.

Entusiasmo del tutto giustificato. Ma attenzione: le novità tecnologiche messe in strada dalle aziende automobilistiche, non finiscono qua. Mazda, tanto per fare un altro esempio, ha pensato ad una rete che tiene i clienti sempre in contatto con la casa automobilistica. È stata rinnovata la piattaforma europea MyMazda e così, attraverso il sito web e un’app gratuita gli utenti possono verificare alcuni dati relativi alla propria vettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>