Yamaha XJ6 al salone Eicma 2008

di Gabriele Commenta

Tra le tante vogliamo segnalare un revival, almeno come sigla del nome, proposto dalla giapponese Yamaha, la XJ6..

Oggi apre le porte il Salone del Ciclo e del Motociclo di Milano, l’evento che tutti gli appassionati italiani delle due ruote attendono anno per anno. Tante saranno le proposte e le anteprime per il mercato europeo.

Tra le tante vogliamo segnalare un revival, almeno come sigla del nome, proposto dalla giapponese Yamaha, la XJ6.


XJ è una storica sigla che ha contraddistinto una gamma di motociclette negli anni 80 e che tanto successo hanno avuto sia per la loro linea molto gradevole miscelata con prestazioni di riguardo, sia per la loro estrema versatilità, potendole utilizzare quotidianamente nel percorso casa lavoro che nelle gite fuori porta del fine settimana.

La Yamaha XJ6 è una moto totalmente nuova, a partire dal telaio dalla classica sagoma a diamante. Si propone come modello di accesso a coloro che vogliono approcciare il mondo delle motociclette, magari provenendo da uno scooter, anche se la XJ6 ha le carte in regola e tutte le caratteristiche per attrarre anche chi è già esperto e comunque vuole una moto facile da guidare ma che risponda ai dettami delle mode attuali.


Faro triangolare, serbatoio massiccio e coda alta e sfuggente, la XJ6 sembra racchiudere tutte le specifiche estetiche delle moderne naked abbinate alle prestazioni del quattro cilindri in linea a 4 valvole da 600 centimetri cubici.

Il prezzo si annuncia altamente competitivo nei confronti della concorrenza, circa 6.000 euro con il plus della proverbiale qualità Yamaha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>