Mondiale Moto Cross: in Olanda vince Cairoli

di Redazione Commenta

Pasquetta all'insegna delle emozioni nel mondiale Cross

La Pasquetta ha regalato molte emozioni agli appassionati di cross che hanno visto la fantastica gara sulla sabbia olandese dove la classifica è cambiata più volte. Vincono Cairoli ed Herlings, come previsto, ma non così facilmente come si poteva supporre. Grazie alla grande prestazione di Ken De Dycker, velocissimo nella MX1, mentre nella MX2 è stato il sabato disastroso di Herlings, partito in gara da ultimo, a portare le emozioni, con i rivali pronti ad approfittarne.


Ma a differenza degli altri i campioni sanno sempre come rimediare e approfittare degli errori, come quello che ha commesso De Dycker nella prima manche che ha permesso a Cairoli di passare in testa e vincere. Nella seconda manche invece grande rimonta del campione italiano con gli altri a sfogarsi per poi vederlo al secondo posto dietro il compagno di squadra. Nella MX2 invece Herlings è tutta grinta, dovendo partire dall’ultimo posto. Su un terreno a lui molto favorevole, nonostante l’handicap iniziale, non si lascia sfuggire la sua terza doppietta consecutiva, un’altra tappa verso la fine di un campionato che sembra già segnato

Promozione Yamaha sull’off-road

De Dycker ha fatto il massimo ma l’errore in prima manche è stato fatale. Grande prestazione anche del russo Bobryshv su Honda, ottimo terzo dopo le due KTM. Male invece l’italiano Clemente Desalle, partito sempre dal fondo. Non ha saputo far meglio del settimo posto e ha visto Cairoli allungare in classifica. Ritirato David Philippaerts nella seconda manche, mentre non aveva fatto meglio del nono posto nella prima. Tredicesimo Davide Guarneri, dopo il ritiro in gara 1. In MX2 l’unico rivale di Herling è stato il compagno di squadra Jordi Tixier, sempre secondo. La prossima gara sarà il 14 aprile ad Arco di Trento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>