Home » Le moto nel 2013 saranno sempre più 400 cc?

Le moto nel 2013 saranno sempre più 400 cc?

Molto si muove nella programmazione futura delle case giapponesi che sembrano sempre più orientate verso la dimenticata cilindrata 400 cc per il prossimo venturo, e non solo per tentare di dare una risposta alla crisi ma soprattutto per i cambiamenti che probabilmente avverranno nel sistema delle patenti europee che a partire dal 19 gennaio 2013 saranno sostanziali.


Con l’attuale patente A2 si possono condurre moto con potenza massima di 25 kw, ma in futuro il limite arriverà a 35 Kw, mentre chi vorrà guidare una moto di grossa cilindrata senza limitazioni e ancora non avrà nessuna patente dovrà attendere i 24 per ottenere la patente A3, quando invece oggi ne bastano 21, o 20 se si è già in possesso della patente A2 da almeno 2 anni.

Patente moto nel 2013 si cambia
Lista moto depotenziate 2012

Questa nuova normativa favorirà molto le 400 cc che permetteranno di avvicinarsi passo dopo passo alle cilindrate maggiori senza dover rimanere con pochi cavalli fino al giorno del 24° compleanno.
Le giapponesi, grazie ad una normativa simile nel loro paese, sembrano le più preparate al cambiamento. La Kawasaki ha già nel proprio listino, per ora solo per il mercato americano e asiatico, la Ninja 400, che monta il twin da 650cc della ER 6N.
In Giappone si parla insistentemente di una nuova Honda CBR400R, a metà strada tra la CBR250R e la CBR600RR. Ma le voci riguardano anche Yamaha e la stessa Kawasaki che vorrebbe ampliare la gamma dei 400 cc mentre KTM sembra sia al lavoro su una twin da 375 cc.
I 250 cc invece saranno sfavoriti dalla nuova normativa, mentre oggi godono del vantaggio offerto dalla limitazione a 25 Kw, e sara da vedere il futuro dei modelli già in uso quali ad esempio la CBR250R e la Kawasaki Ninja 250R.
Il 2013 si avvicina e quindi con lui anche il futuro che capiremo presto, sorprese dell’ultim’ora da parte dell’Europa incluse.

Lascia un commento