McLaren investe in ricerca e sviluppo

di Alba D'Alberto Commenta

Un investimento strepitoso quello della McLaren che dedica alla ricerca e allo sviluppo un miliardo di sterline. Non è importante stare a contare l’equivalenza con gli euro, perché si tratta di un investimento ingente nel futuro del brand e non solo.

Quali sono in sintesi gli obiettivo dell’investimento della McLaren impegnata anche nel campionato di F1? L’idea è quella di portare sul mercato, entro il 2022, il 50% delle vetture ibride. Il piano industriale è stato annunciato dal marchio britannico e fa sperare nella resurrezione anche sulle piste di formula 1.

L’investimento di 1 miliardo di sterline è un investimento per il futuro. Nei prossimi 6 anni si parlerà soltanto di “Track22”, un pian industriale maestoso di cui McLaren Automotive ha gettato le basi pensando a ricerca e sviluppo nel campo della mobilità eco-sostenibile. Le ricerche concluse fino a questo momento  hanno dimostrat che un’auto può essere sportiva, veloce e potente anche rispettando l’ambiente. McLaren vuole forzare un po’ i tempi ed entro il 2022 portare in pista almeno il 50% dei suoi veicoli ibridi. Mike Flewitt, chief Executive Office di McLaren Automotive commenta questo piano con poche parole assolutamente significative:

“Dalla sua creazione, McLaren Automotive ha presentato prodotti ‘world-class’ e questo è stato reso possibile con continui investimenti per il nostro futuro. La presentazione del nostro Business Plan dei prossimi sei anni, prende il nome di Track22 questo perché credo che siamo in pista per un futuro eccitante e pieno di successi ed identifica la strategia dei nostri futuri investimenti e sviluppi sino al 2022. Questi prossimi anni ci vedranno lanciare 15 nuovi modelli o derivati nelle nostre tre gamme di prodotti esistenti la Sports Series, la Super Series e la Ultimate Series”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>