Lotus, licenziato Dany Bahar

di Redazione Commenta

Lotus in difficoltà non solo sul piano industriale ma anche per vicende che hanno coinvolto il suo Chief executive, immediatamente licenziato.

La casa inglese sembra sempre più in difficoltà, e questa volta non sarebbero le strategie di mercato a far perdere il sonno ai dirigenti di Hethel, a nord ovest di Londra, ma un indagine finanziaria sul suo Chief Excutor Dany Bahar.


Il piano quinquennale di Bahar stava già vacillando quando si è abbattuta sulla sua testa anche la tegola del fisco inglese, generalmente mai tenero con i suoi indagati. Così quattro giorni fa la DRB-Hicon, nuovo proprietario della Proton, azionista di maggioranza della Lotus, ha deciso di terminare tutte le collaborazioni con il manager di Istanbul, in forza alla casa inglese dal 2009. Al suo posto Aslam Farikullah, responsabile dello sviluppo dei progetti auto.

Nuova Lotus Evora GTE China Edition
Lotus Exige S

Emigrato con tutta la famiglia in Svizzera negli anni 70, Dany Bahar era riuscito a farsi largo nel mondo manageriale fino ad arrivare alla conduzione della prestigiosa azienda di auto sportive, promuovendo un progetto strategico quinquennale di rilancio sul mercato.

Ma questo progetto non sembra proprio prendere il volo tanto che dell’annunciato lancio nel 2013 del nuovo modello Esprit per il momento non c’è traccia, se non in qualche dichiarazione. Ma nulla sembra essere stato ancora fatto sul piano progettuale concreto. Probabilmente è da leggere in questo senso la sostituzione con Farikullah, che spera di accelerare la realizzazione dei nuovi modelli.
La casa di Hethel sembra in difficoltà anche sul piano dell’immagine, tanto che ha dovuto smentire ufficialmente, per bocca del suo Direttore Generale Mohd Khamil Bin Jamil, la probabile cessione dell’azienda nei prossimi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>