Nuovo Kymco MyRoad 700i Maxi Scooter

di t-punch Commenta

Ecco il nuovo maxi-scooter della Kymco, un super tecnologico che potrebbe stracciare la concorrenza.

Finalmente dopo un lungo periodo di gestazione Kymco presenta il suo maxiscooter più prestigioso, il MyRoad 700i.
Uno scooter al super-top della gamma, super tecnologico, di grande concorrenza per i vari T-Max, Burgman 650 o Silver Wing, ma che promette di fare molto di più, anche grazie ad un prezzo imbattibile.


Il super motore (per uno scooter) è un bicilindrico parallelo, naturalmente 4 tempi, il SAAD-KKE5 a cilindri inclinati all’insù di 20°, da 699,5 cc. Il rapporto di compressione è di 10,5:1, otto valvole gestite da una coppia di alberi in testa azionati a catena laterale. L’albero motore, monolitico è fasato a 360° per far scorrere i due pistoni paralleli, controbilanciati da un albero ausiliario. Raffreddamento a liquido e lubrificazione forzata con scambiatore di calore per raffreddare l’olio.
Chiaramente a iniezione elettronica con due corpi farfallati da 36 millimetri di diametro e trasmissione a variatore continuo con frizione centrifuga collegata dalla cinghia trapezoidale e ingranaggi finali. Il tutto sviluppa 58,8 cavalli a 7.250 giri e una coppia di 62,7 Nm a 6.000 giri.

Aprilia SRV 850 maxi scooter
Suzuki Burgman 400 ABS 2012

Il telaio è a doppia culla chiusa in tubi di acciaio rinforzato da piastre stampate. Le sospensioni sono costituite all’anteriore da una forcella tele idraulica con steli da 41 millimetri uniti da una doppia piastra, ed escursione di 108 millimetri come una moto di grande cilindrata. Al posteriore due ammortizzatori a regolazione manuale con precarico a molla su 5 posizioni e sistema MCS (MyRoad Control System) di regolazione elettronica delle idrauliche azionabile con un pulsante sul manubrio tra tre modalità disponibili, soft, Middle e hard.
Lo stile è il classico della categoria con una guida a gambe allungate, aerodinamico, elegante, curato nei dettagli e nelle rifiniture. Bello e aggressivo il frontale con il trittico di fari alogeni messi a triangolo. Luci led invece nella grande coda, su cui è montato il portapacchi e i maniglioni in lega.
La strumentazione è leggibile e grande con tachimetro, termometro per il liquido refrigerante e contagiri analogici retro-illuminati e un display a cristalli liquidi con orologio, indicatore della benzina, chilometraggio totale e due parziali e indicatore di settaggio degli ammortizzatori. Segnalata anche la riserva, la pressione e l’intervallo di sostituzione dell’olio, ed eventuali malfunzionamenti dell’ABS di serie. Il tutto per meno di 8000 euro, un vero gioiellino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>