GM Hybrid Development Center a Torino

di Alessandro Bombardieri Commenta

Gestione software realizzata internamente all'azienda, senza nessun fornitore esterno...

General Motors lo aveva anticipato solamente un mese fa ed ora è già diventato realtà il GM Hybrid Development Center, una struttura che sarà il luogo dello sviluppo delle nuove auto ibride diesel del gruppo automobilistico.

A breve diventerà già operativo nella sede di Torino di GM Powertrain Europe e sarà gestito insieme al Politecnico del capoluogo piemontese.

A confermare direttamente ed ufficialmente la notizia è stato niente meno che Daniel Hancock, vice presidente engineering di General Motors, il quale ha confermato questo progetto nel corso del Congresso Mondiale della Sae (Society of automotive engineering).

Ad oggi nella GM Powertrain lavorano già 400 ingegneri ma se ne aggiungeranno altri 15, come detto da Hancock stesso.

Il segreto che starà dietro alla produzione dei nuovi motori diesel ibridi, come spiegato da Pierpaolo Antonioli, amministratore delegato di GM Powertrain Europe, è il fatto che i nuovi motori avranno una gestione software realizzata internamente all’azienda, senza nessun fornitore esterno.

Questo processo quindi consentirà di convertire ai propulsori diesel fabbriche ora impiegate alla realizzazione di motori a benzina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>