La crossover compatta di Toyota colpisce tutti

di Alba D'Alberto Commenta

Test su strada per il modello più crossoveriano messo in produzione dalla Toyota. Si tratta di una macchina arrivata tardi sul mercato ma già candidata tra le migliori in circolazione per la categoria B-Suv. La dirigenza della casa aveva grosso modo annunciato la direzione degli sviluppi ingegneristici. 

Il mercato europeo è in fermento e la domanda di crossover aumenta, per questo Toyota si è impegnata nel settore e dovrà sfidare alcuni modelli già affermati come la Juke, la Captur e la 2008.

Per il momento ci sono soltanto delle foto di questa automobile ibrida e aggressiva come la C-HR. Le prime foto che si trovano online dimostrano che la vettura ha un aspetto provvisorio dal punto di vista estetico. Le camuffature che servono a non svelare i dettagli più interessanti della vettura, sono questa volta molto pesanti e s’intuisce soltanto che avremmo a che fare con linee originali e un aspetto sportivo.

Non è un caso che la piccola sport utility, sorella minore della Rav-4, si ricollegherà visivamente alla C-HR, concept ibrida presentata lo scorso ottobre al Salone di Parigi. Quello che si porterà dietro sono degli stilemi indispensabili ma anche una tecnologia propulsiva che è sempre più apprezzata e richiesta dai clienti della Toyota.

Al di là delle foto spia, ci sarà l’effettiva presentazione soltanto nel 2016. La costruzione sarà fatta sulla New Global Architecture modulare. Quello che sappiamo a livello progettuale è che la Suv ha adottato un lunotto molto inclinato e gruppi ottici posteriori a boomerang. Il prototipo francese che si propone di sfruttare ha adottato le stesse soluzioni stilistiche. L’obiettivo strategico collegato a questa vettura è la difesa della leadership tra i marchi asiatici in Europa.

Photo Credit – Quattroruote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>