Fiat 500 2014 a Ginevra

di Alessandro Bombardieri Commenta

Al Salone di Ginevra sarà presentata ufficialmente la nuova Fiat 500 in versione 2014, che non va a stravolgere il modello di successo attuale, capace di vendere nel 2013 163.000 unità in Europa, vale a dire circa il 9% in più rispetto all’anno precedente.

Dal punto di vista estetico la 500 MY 2014 proporrà tre nuove colorazioni per la carrozzeria, che saranno Verde Lattementa, Bianco tristrato e Blu Italia (solo allestimento S) e tre inediti disegni di cerchi in lega da 15 e 16 pollici. Nell’abitacolo invece fanno il loro esordio nuovi interni in tessuto o pelle e della strumentazione digitale sviluppata in collaborazione con Magneti Marelli. Sulle versioni S e Cult e a richiesta su Lounge, il quadro strumenti propone un display TFT da 7 pollici con la parte centrale che riporta le informazioni del trip computer e del navigatore TomTom, e i messaggi di avviso.

FIAT PANDA CROSS

L’allestimento Cult rappresenterà il nuovo modello top di gamma, sarà riconoscibile per finiture esterne e per una dotazione particolarmente ricca, che includerà tra gli altri specchietti cromati o in nero lucido, la cromatura per i “baffi”del frontale e della maniglia del portellone e la cornice in nero lucido dei fanali posteriori. Internamente troverà spazio la selleria in pelle a scelta tra i colori nero (con inserti avorio o rossi), tabacco e rosso (entrambe con inserti avorio). Di serie sono presenti pure la strumentazione digitale, il climatizzatore automatico, i sensori posteriori di parcheggio, il tetto in vetro fisso, il volante in pelle con comandi Blue&Me e il servosterzo elettrico Dualdrive.

La gamma motori includerà il turbodiesel 1.3 Multijet II da 95 CV, i benzina 1.2 da 69 CV (anche bi-fuel tranne sulla Cult), 0.9 TwinAir Turbo da 85 CV (entrambi anche con cambio robotizzato Dualogic) ed il nuovo 0.9 TwinAir Turbo da 105 CV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>