Alfa Romeo Giulietta e MiTo Quadrifoglio Verde rinnovate a Ginevra

di Alessandro Bombardieri Commenta

425216_5122_big_2014-giulietta-mito-quadrif

Alfa Romeo porterà al Salone di Ginevra 2014 le versioni rinnovate di Giulietta e MiTo Quadrifoglio Verde, ossia le varianti sportive delle due auto del Biscione. La maggiore novità riguarda la Giulietta, che monta il 1.750 della 4C, con i suoi 240 CV di potenza massima.

Il motore turbo benzina quattro cilindri, costruito in alluminio e alimentato a iniezione diretta, viene proposto in abbinamento al doppia frizione Alfa Tct a sei marce. Secondo quanto dichiarato da Alfa Romeo, l’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede 6,6 secondi, mentre la velocità massima raggiungibile è pari a 240 km/h. È stato introdotto anche un nuovo sistema d’aspirazione per migliorare il sound.

Sulla Giulietta sono proposte le nuove colorazioni Rosso Alfa e Rosso Competizione tristrato, oltre al Grigio Magnesio opaco, che sarà riservata ai 500 esemplari della Limited Edition di lancio. Nell’abitacolo fanno il loro esordio il nuovo volante, un nuovo quadro strumenti con grafica specifica e logo “QV”, e i nuovi sedili sportivi con poggiatesta integrato, rivestiti in pelle e Alcantara.

Sulla MiTo QV è stato confermato il 1.4 MultiAir da 170 CV e 250 Nm, con il cambio doppia frizione Tct. Il motore è stato leggermente modificato, tanto che il tempo sullo 0-100 km/h è sceso di 2 decimi, a 7,3 secondi, mentre la velocità massima è rimasta a 219 km/h. I consumi ora sono pari a 5,4 l/100 km (-10%), con emissioni di CO2 di 124 g/km (-11%).

Dal punto di vista estetico la nuova MiTo QV si riconosce per il nuovo spoiler posteriore e le calotte specchi brunite, ma hanno ricevuto lo stesso trattamento anche elementi come maniglie, griglia, cornici dei fari e cerchi (da 17 pollici). La carrozzeria è disponibile anche nel nuovo Grigio Magnesio opaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>