Bonus auto elettriche, ecco il contributo e come funziona

di Gtuzzi Commenta

Novità importanti per tutti coloro che attendono il bonus auto elettriche. Infatti, il Governo ha previsto una serie di aiuti che andranno a coprire il 40% della spesa in relazione all’acquisto piuttosto che al leasing, entro il 31 dicembre 2021, di veicoli alimentati elettricamente, con una potenza che si può spingere fino al massimo a 150 kw. Non solo, visto che devono avere un prezzo di listino che non deve andare oltre il tetto dei 30 mila euro.

Dal punto di vista delle modalità di presentazione della domanda, è importante mettere in evidenza come verranno definite da parte di un decreto attuativo Mef-Mise. Il Ministero dello Sviluppo Economico, infatti, ha finalmente chiuso la nuova normativa che metterà a disposizione degli incentivi per favorire l’acquisto di veicoli elettrici, anche in relazione a quanto previsto dall’ultima legge di bilancio. Il testo è stato inviato al ministero dell’Economia, a cui ora spetta la parola, e l’approvazione, finale.

Un vantaggio a cui i contribuenti potranno accedere, ma solamente dietro il soddisfacimento di determinati requisiti. Prima di tutto, si deve avere un reddito Isee che non va oltre i 30 mila euro. interessante mettere in evidenza anche come ci sia uno sconto del 40% sul leasing oppure sull’acquisto di un veicolo elettrico, ma solo ed esclusivamente fino al 31 dicembre 2021. Anche in questo caso, come detto in precedenza, ci sono altre due limitazioni da rispettare, ovvero il prezzo di listino che non può superare i 30 mila euro, e la potenza, che deve rimanere al di sotto dei 150 kW.

Un altro aspetto particolarmente interessante in relazione al bonus auto elettriche è che non si potrà in alcun modo cumulare con altri tipi di contributi proposti dallo Stato. Come si può presentare la domanda? In base a quanto è stato riportato da parte degli organi di stampa, sarà necessario seguire la medesima procedura legata all’ecobonus auto. in quest’ultimo caso, però, è importante mettere in evidenza come non si debba rispettare alcun tipo di limite Isee, mentre per gli incentivi il riferimento è legato alle emissioni di CO2 e non tanto alla potenza del motore del veicolo.

Il riconoscimento di tale bonus auto elettriche avverrà direttamente ad opera del rivenditore. Il rimborso a quest’ultimo, invece, dovrà avvenire da parte delle case automobilistiche oppure dai vari importatori che, dal canto loro, potranno recuperare tale somma come credito di imposta. Quindi, non ci sarà bisogno di presentare alcuna domanda per poter accedere a questo bonus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>