Nuove regole di valutazione per i crash test ENCAP

di Gabriele Amodeo Commenta

Parliamo quindi dei famosi crash test, dove automobili perfettamente di serie vengono schiantate contro..

EuroNCAP si occupa dal 1995 di valutare il livello di sicurezza passiva delle automobili in vendita e circolanti nel mercato europeo.

Questa valutazione avviene tramite test che ripropongono tutti gli scenari possibili, anche estremi, che possono verificarsi quotidianamente alla guida di un veicolo. Parliamo quindi dei famosi crash test, dove automobili perfettamente di serie vengono schiantate contro ostacoli rigidi, frontalmente e lateralmente, per saggiarne i limiti e le eventuali conseguenze riportate dagli occupanti l’auto, in questo caso vengono utilizzati i Dummies, dei manichini che riproducono tutti i movimenti del corpo umano.

Vengono inoltre Al termine dei test l’ENCAP assegna un punteggio rappresentato da stelle, da 1 a 5, e stila annualmente la classifica dei risultati.

Fino ad oggi, per linee generali, è stato questo il funzionamento dei test di valutazione ENCAP. Dal prossimo Febbraio, verranno introdotte delle nuove norme e criteri di valutazione delle auto ammesse ai test.

Oltre alle consuete valutazioni, verranno prese in considerazione anche i dispositivi attivi di sicurezza, quindi tutta quella parte di elettronica deputata alla sicurezza durante la marcia. Verranno inoltre valutate per ogni auto le probabilità e l’entità di eventuali colpi di frusta. Altra regola imposta dal nuovo anno è quella che il requisito indispensabile per assegnare il punteggio pieno ad una automobile, le famose cinque stelle, è la presenza di un sistema di controllo della stabilità ESP (Electronic Stability Program) installato a bordo.


Queste modifiche nascono dall’esigenza di stimolare le case costruttrici ad aumentare la qualità costruttiva in funzione di un aumento dei livelli di sicurezza attivi e passivi delle automobili moderne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>