Aston Martin Rapide, eccola qui!

di Gabriele Amodeo Commenta

A pochi giorni dal rilascio dellaseconda foto ufficiale ecco che arriva una spy foto che ritrae la tanto attesa Aston Martin Rapide...

La nuova Aston Martin Rapide durante un test drive

A pochi giorni dal rilascio della seconda foto ufficiale ecco che arriva una spy foto che ritrae la tanto attesa Aston Martin Rapide all’aperto in pieno giorno. L’ esemplare è stato fotografato mentre transitava con disinvoltura all’esterno della sede Aston Martin di Gaydon in Gran Bretagna. Nessuna struttura posticcia, nessun camuffamento, mancava solo una bella lucidata, quattro cerchi in lega dello stesso tipo e la Rapide sembra pronta per l’autosalone.


Questo indica che la fase di sviluppo e test stia volgendo ormai al termine. Vedendola nella sua pienezza una considerazione istintiva si fa strada tra i nostri pensieri, è bella, elegante e molto british, ma non sembra già un’auto vecchia? Il progetto Rapide si trascina ormai da quasi tre anni, e il modello che vediamo oggi non si discosta molto dal concept che si è visto agli inizi del 2006. Immaginiamo che questo design così classico, che senza dubbio troverà non pochi estimatori, potrebbe penalizzarla nei confronti della concorrenza diretta, Porsche Panamera prima fra tutte.

La nuova Aston Martin Rapide fotografata durante un test drive


Nel contest ideale potremmo anche inserire, con un discorso più ampio, la Mercedes Benz CLS che debutterà entro il 2010 e la rivoluzionaria Fisker Karma che ad una seducente carrozzeria coupé quattro porta abbina il meglio della tecnologia elettrica.
Sulla motorizzazione ancora riserbo e solo congetture a disposizione, non sono cambiate le ipotesi sulle due unità V12 da 500 cavalli e V8 meno potente, entrambe abbinate alla trasmissione automatica a sei marce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>