Opel Meriva 2010 confermate le suicide doors

di Alessandro Bombardieri Commenta

La monovolume di casa Opel manterrà le suicide doors anche nella versione finale.

Ci eravamo sbagliati, e Opel era stata brava a nascondere a tutti noi questo piccolo particolare, infatti a differenza di quello che vi avevamo scritto in occasione della pubblicazione delle ultime foto spia della nuova Opel Meriva, la monovolume di casa Opel manterrà le suicide doors anche nella versione finale.

Questo speciale tipo di porte sarà quindi molto utile per far salire a bordo le persone o anche per montare carichi ingombranti, il nome ufficiale che gli da Opel è Flex Doors.

Se verrà confermato il sistema di apertura delle porte visto a Ginevra nel 2008 le porte posteriori potranno essere aperte solamente con l’auto ferma, anche con le porte anteriori ancora chiuse.

La certezza di questa notizia giunge proprio dalle ultime foto spia che ritraggono la Meriva 2010 con le portiere dietro aperte. La nuova Meriva sarà molto più simile a tutto il resto della gamma Opel, dalla quale prende molti spunti, e proporrà anche una visuale maggiore per il pilota sul retro.

La Meriva 2010 si basa su una piattaforma leggermente più larga dell’attuale, e proporrà molto probabilmente la stessa motorizzazione della nuova Opel Astra, ovviamente rivista: ci saranno motori benzina con cilindrata da 1.4 a 1.6 e potenza da 100 a 115 CV, così come dovrebbe essere disponibile il 1.4 turbo di GM da 140 CV. Più tardi arriverà anche una versione OPC con motore 1.6 turbo da 180 CV.

Per i motori diesel ci saranno il 1.3, 1.7 e 2.0 CDTI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>