Il TAS dice che Rossi ha ritirato il ricorso e secondo Marquez ha fatto bene

di Alba D'Alberto Commenta

Dopo l’incidente con Marquez che è costato a Rossi il titolo mondiale visto che gli sono stati comminati 3 punti di penalizzazione ed è stato costretto a partire dall’ultimo posto in griglia durante l’ultima gara del campionato, il pesarese aveva fatto ricorso al tribunale sportivo. 

È proprio il TAS però, in questi giorni, a rivelare che il pesarese non continuerà la causa contro la decisione della Fim di imporgli 3 punti di penalizzazione a seguito dell’incidente con Marquez per la quale fu costretto a partire in fondo alla griglia di partenza a Valencia.

Nel suo appello, Rossi, aveva chiesto l’annullamento della pena, o almeno una riduzione da 3 punti a 1, poiché i regolamenti Fim stabiliscono che un pilota con 4 punti di penalità deve iniziare la gara successiva dall’ultima posizione in griglia. La vicenda è andata avanti sviluppandosi negativamente per rossi visto che il 5 novembre, l’arbitro nominato di comune accordo tra le parti, il tedesco Ulrich Haas, aveva respinto la richiesta di Valentino Rossi di rimandare l’esecuzione della decisione.

Era stato rilevato che non erano state soddisfatte le condizioni per concedere la sospensiva, e di conseguenza, Valentino Rossi ha iniziato la gara di Valencia dall’ultima posizione in griglia. La novità dell’ultima ora è che Rossi ha ora informato il Tas che non intende continuare con il suo appello e quindi la procedura di arbitrato è stata terminata e la decisione della Fim continuerà a rimanere in vigore. Anche se molti tifosi non saranno d’accordo con la posizione del campione pesarese, Marquez apprezza invece il gesto e dice a speedweek.com:

“Io non so chi ha preso questa decisione, ma è una buona decisione per il campionato MotoGP: è un capitolo che si chiude completamente, come la stagione. È una decisione importante che io rispetto. Per quanto riguarda il rapporto con Rossi, credo che tutto si calmerà e spero vivamente che andremo d’accordo di nuovo, ma non so se si tratterà di un buon rapporto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>