Bombardier Can Am SPYDER

di Gabriele Commenta

Un po’ moto, un po’ auto, un po’ motoslitta. Lo Spider è l’ultima novità “terrestre” in casa Bombardier, difficile riuscire a collocarlo in una categoria precisa..

Un po’ moto, un po’ auto, un po’ motoslitta. Lo Spider è l’ultima novità “terrestre” in casa Bombardier; difficile riuscire a collocarlo in una categoria ben precisa, è più facile pensare che si tratti di un mezzo che la nicchia la crea da se.

Nasce dall’esperienza maturata da Bombardier nei settori delle moto d’acqua, degli ATV e delle motoslitte. Un occhio abituato a questo marchio, noterà infatti che nella vista frontale lo Spyder ricorda una motoslitta e, passando alla vista laterale, risulta più che evidente la somiglianza con un acquascooter.

Ma a garantire lo spostamento non è una carena, ne i pattini della slitta ma ben tre ruote gommate in maniera generosa: 165/65 le due anteriori e addirittura 225/50 al posteriore.

Questo per scaricare gli oltre 100 cv del bicilindrico Rotax da 990 cc., lo stesso che ha equipaggiato con successo le Aprilia RSV 1000.

A differenza di altri veicoli a tre ruote, come l’MP3 Piaggio, le ruote non piegano ma rimangono perpendicolari all’asfalto.

Grande lavoro svolge l’elettronica a bordo per far mantenere allo Spyder un comportamento neutro in curva.


Sono quindi scongiurate le derapate non previste o il sottosterzo tipico dei Quad.

E’ stato sviluppato appositamente da Bosch il sistema di controllo della trazione VSS che armonizzandosi con l’antibloccaggio dei freni e l’antispin alla ruota posteriore consente un uso spensierato e sicuro dello Spyder.

Rumors preannunciano il debutto sul grande schermo per questo particolare veicolo, sarà protagonista del secondo episodio cinematografico Transformers; infatti uno dei robot sarà il frutto della combinazione di tre Can Am Spyder.

Lo Spyder viene commercializzato a partire da 16.890,00

Visita il sito italiano

Guarda il video

Gabriele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>