Aprilia e Moto Guzzi, lo show di Eicma 2014

di Alba D'Alberto Commenta

L’edizione 2014 di Eicma è senz’altro una manifestazione da record per affluenza e per presentazione di modelli: hanno infatti debuttato prototipi molto interessanti creati da Piaggio, Aprilia e Moto Guzzi.

L’edizione numero 100 del Salone Internazionale della Moto è stato segnato dal lancio di moltissimi modelli, soprattutto ecologici. Dal 6 al 9 novembre è stato registrato un afflusso record all’evento con incassi oltre le aspettative degli organizzatori. Il settore rimane in crisi ma l’interesse non scema come i soldi a disposizione delle aziende e dei team.

Tanto per dare un’idea di quello che è accaduto a Eicma 2014 diremo che i visitatori anche stranieri sono stati il 31% del totale. Tra grandi e piccoli sono state registrati 628.600 ingressi e rispetto alla stagione scorsa c’è stato un aumento del 14,7% dell’affluenza.

Le novità di Piaggio, Aprilia e Moto Guzzi sono state molto apprezzate e forse molto è dovuto anche allo spazio a disposizione, ben 280.00 metri quadrati di area espositiva.

L’Aprilia ha mostrato agli appassionati le nuove versioni della RSV4, la RR e la Factory, più la nuova Tuono V4 1100. Queste moto sono un campione di tecnologia e sicurezza, hanno un design innovativo e un motore che si avvicina molto ai 200 cavalli con potenze magari non superiori ma molto efficaci. Aprilia era interessata a colpire anche per via del fatto che dal prossimo anno sarà nel motogp.-

Moto Guzzi, storico brand italiano, ha deciso di presentare invece la Eldorado che riprende i temi del vecchio modello, quello famoso negli USA anni Sessanta, ma con un motore una ciclistica decisamente moderni. Eldorado è un bicilindrico 1400 con un’elettronica di ultima generazione che non passa inosservata. Molto carini anche i cerchi a raggi, il serbatoio e le cromature dal design inconfondibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>