Vendita delle due ruote, il mercato in calo

di Redazione Commenta

Ci sono dei piccoli segnali di ripresa ma come in tutti i settori economici, questi segnali non bastano a far risalire le vendite e quindi a segnare una vera ripresa del comparto motoristico. Il quadro tracciato rispetto al mercato delle due ruote è davvero devastante. Ecco cosa è successo. 

Negli ultimi due mesi, settembre e ottobre, i segnali di ripresa arrivati dal settore motoristico sono stati parecchi ma non hanno svolto il ruolo essenziale, quello di trampolino di lancio per il settore delle due ruote. Per questo a novembre, il mercato delle due ruote targate ha registrato la vendita di soli 5723 veicoli che sono in calo del 16% rispetto al mese scorso.

Le moto vendute, nel dettaglio, sono 1699 unità, vale a dire il 4,7% in meno e un -20,1% è stato registrato tra gli scooter di cui sono stati piazzati sul mercato soltanto 4024 esemplari. Negativa anche la tendenza legata ai cinquantini che hanno fatto registrare una flessione del 14,9 per cento con le 1218 registrazioni all’attivo.

Perentorio il commento del Presidente di Confindustria ANCMA, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori che ha detto:

“Il mercato delle 2 ruote a motore mostra ancora una situazione di incertezza, che riflette la congiuntura economica stagnante di questi ultimi mesi dell’anno. Non si vedono gli effetti delle riforme che agiscono nel medio termine e non riprende neppure la fiducia dei consumatori, che non vedono un significativo aumento del potere d’acquisto.”

La priorità degli operatori, allora, è quella di invertire la tendenza e ripartire subito già dai primi mesi del 2015 ma il mercato deve dimostrare di essere pronto a recuperare le energie. EICMA ha mostrato una rinnovata passione per le due ruote ma i problemi di budget legati al mantenimento di questi veicoli è ancora un forte limite all’espansione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>