Mini One First e Cooper SD in arrivo

di Alessandro Bombardieri Commenta

mini-cooper-one-sd-2014_02

Dal prossimo mese di luglio saranno disponibili due nuove motorizzazioni per la Mini, che si posizioneranno agli opposti della gamma: un motore benzina entry level ed un gasolio top di gamma.

Il modello a benzina che debutterà il mese prossimo si chiamerà One First, con turbocompressore, iniezione diretta della benzina e controllo variabile dell’albero a camme, sviluppa 75 CV e 150 Nm di coppia massima. Mini dichiara uno scatto da 0 a 100 km/h in 12,8 secondi e consumi compresi tra i 19,2 e i 20 km con un litro di carburante.

Sulla Cooper SD debutta invece il 2.0 quattro cilindri con turbocompressore a geometria variabile e iniezione common rail, capace di erogare 170 CV e 360 Nm di coppia, di fatto il motore gasolio più potente di sempre per una Mini. Secondo i numeri rilasciati dalla Casa la Cooper SD accelera da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi, con consumi compresi tra i 4,0 e i 4,1 litri ogni 100 km.

La settimana scorsa è stata presentata la Mini a 5 porte, nata con l’obiettivo chiaro di proporre maggiore spazio interno. Per consentire l’aggiunta delle due porte extra, la Mini è dovuta crescere in lunghezza, altezza e passo. La Mini 5 porte misura 398 cm in lunghezza (400 cm Cooper S e Cooper SD), cioè 16 cm in più rispetto alla 3 porte, 142 mm in altezza con un passo di 257 cm (+7,2 cm). I passeggeri al posteriore possono contare su 7,2 cm in più per le gambe, 1,5 cm per la testa e 6,1 cm per i gomiti. La capienza del bagagliaio è aumentata di 67 litri per un totale di 278 litri. Ribaltato il divanetto posteriore (divisibile nel rapporto 60:40), il volume del bagagliaio raggiunge i 941 litri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>