Home » F1, Jean Todt è il nuovo presidente Fia

F1, Jean Todt è il nuovo presidente Fia

Vatanen-todt_1507941c

Oggi, mercoledi 23 ottobre, finisce l’era di Max Mosley alla presidenza della Fia, carica che presiedeva dal lontano 1993.

Sedici anni di cariera che hanno reso l’avvocato inglese un personaggio il cui nome resterà per sempre legato alla F1 e che, nel bene e nel male, lascia una pesante eredità a Jean Todt eletto nuovo presidente.


I due candidati erano tra loro molto differenti, in comune solo la provenienza dal mondo dei Rally.
Il francese Jean Todt, 63 anni, dagli inizi da copilota a team manager della Ferrari, con cui vincerà 7 titoli costruttori e 5 titoli piloti, fino all’incarico di amministratore delegato sempre in casa del cavallino.
Il finlandese Ari Vatanen, 57 anni è stato campione del modo di rally nel 1981, vincitore di 4 Parigi-Dakar e, per due volte, ha rappresentato il suo paese al Parlamento europeo.


Tra i due come ovvio non è scorso buon sangue, tanto che in campagna elettorale si è qasi arrivati in tribunale quando Vatanen si è stufato di ascoltare Mosley che annunciava come successore Todt ancora prima che il francese si fosse ufficialmente candidato.

Grande differenza sui programmi, mentre il francese ex Ferrari rappresenta un punto di continuita con il vecchio programma di Mosley, aumentare l’interesse per la F1 ma mantenere un basso profilo per superare la crisi sono i punti focali del suo programma, il finlandese rappresenta un spaccatura con il passato.
Vatanen infatti con lo slogan “Together we can” si presentava un pò come l’Obama della situazione. Sorvolando sulla mancanza di fantasia, il suo programma puntava tutto sui paesi emergenti e prometteva la tutela degli interessi di tutti.

Proprio mentre scrivevamo l’articolo è arrivata l’ufficialità della vittoria (prevedibile) di Jean Todt che diventa quindi il nuovo presidente Fia con la maggioranza assoluta di voti.

Lascia un commento