LaFerrari svelato sul web il configuratore

di Gtuzzi Commenta


La vera protagonista dell’edizione 2013 del Salone di Ginevra è, senza ombra di dubbio, il nuovo gioiello del marchio di Maranello, ovvero LaFerrari. Si tratta di un’auto che ha suscitato, fin dal momento in cui è stata annunciata, un’attesa incredibile tra tutti gli appassionati del marchio del Cavallino Rampante.
Il costruttore di Maranello, quindi, ha svelato in anteprima mondiale la nuova LaFerrari proprio al Salone di Ginevra e da pochi giorni fa non si parla altro che di lei.
Si tratta di una vettura che presenta un design estremamente futuristico e che propone delle soluzioni altamente innovative per quanto riguarda l’aerodinamica, ma la principale peculiarità del nuovo gioiello del marchio emiliano è, senza ombra di dubbio, il motore V12 da 6,3 litri, in grado di sprigionare una potenza complessiva pari a 800 cavalli, integrato con il sistema HY-KERS da 163 cavalli, per una potenza totale pari a 963 cavalli.

La nuova LaFerrari è in grado di sfoderare delle prestazioni impressionanti: lo sprint da 0 a 100 km/h verrà effettuato in meno di tre secondi, da 0 a 200 km/h in meno di sette secondi e da 0 a 300 km/h in circa 15 secondi.
Il tetto di velocità massima che la nuova LaFerrari è in grado di sprigionare è si aggira intorno ai 350 chilometri orari.

FERRARI 458 GT3 2013 FOTO SPIA

Per poter attrarre ancora di più i tifosi del Cavallino Rampante, Ferrari ha voluto introdurre sul web un piccolo sito web, al cui interno si trova proprio il configuratore della nuova LaFerrari.
All’interno di tale piattaforma, tutti i fan avranno finalmente la possibilità di poter godere di una panoramica per intero della nuova coupé estrema (i cui 499 modelli sono stati già tutti venduti), con l’opportunità di scegliere tra tre differenti colorazioni, ovvero Rosso Corsa, Giallo Modena e Nero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>