Asta da capogiro

di Gabriele Commenta

Avevamo già parlato dell’esclusivo evento di Pebble Beach a Monterey in California. L’evento prevedeva diverse gare di bellezza, nelle quali hanno primeggiato delle Alfa...

Avevamo già parlato dell’esclusivo evento di Pebble Beach a Monterey in California. L’evento prevedeva diverse gare di bellezza, nelle quali hanno primeggiato delle Alfa Romeo d’epoca, e una vendita all’incanto di automobili pressoché uniche.

Settimana di record e non solo olimpici.
Quest’anno infatti è stato battuto il record assoluto delle precedenti aste a Pebble Beach, la vettura autrice del record è una Bugatti Type 57 SC bicolore del 1937 nella variante Atalante, forse la più estrosa creatura uscita dalla matita di Jean Bugatti e realizzata in soli 47 esemplari.

La Bugatti Atalante, della collezione Williamson, è stata battuta alla cifra astronomica di 7.9 milioni di dollari.




Un asta secondaria, la Sport & Classic, ha fatto registrare una cifra altrettanto importante, sono stati infatti sborsati ben 4.5 milioni di dollari per una Ferrari 250 GT SWB Berlinetta del 1961, disegnata da Pininfarina e derivata dalla 250 GT Tour de France.

Altre vendite degne di nota sono state una Stutz Bearcat del 1914, probabilmente uno dei sei esemplari ancora esistenti, battuta alla rispettabile cifra di 1.4 milioni di dollari; una Rolls Royce Phantom II Special Town Car del 1933 battuta a 2.3 milioni di dollari.

Sono state comunque undici le vetture aggiudicate per cifre superiori al milione di dollari.

Certo in un periodo dove lo spettro della recessione economica incombe, questi acquisti potrebbero sembrare fuori luogo, ma sappiamo che la passione per le auto, capacità economiche permettendo, non conosce limiti.

Gabriele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>