Roma si ispira a Londra: pronto il primo pedaggio anti-traffico

di Gtuzzi Commenta

roma traffico

Trarre ispirazione da Londra per diventare una città migliore. E se a dirlo e a farlo è la capitale italiana, Roma, allora c’è di che sorridere. Infatti, Roma prenderà spunto da Londra, almeno dal punto di vista di tutti quei progetti che sono legati alla mobilità. L’obiettivo finale di tale scelta è quello di provare a rendere il più possibile meno conveniente utilizzare l’auto privata per spostarsi in città.

Roma, si punta al pedaggio anti-traffico stile Londra

L’ok a questo nuovo progetto è arrivato poche ore fa da parte della Commissione capitolina Mobilità. Si tratta di una proposta di delibera che va ad evidenziare quelle che saranno le linee guida che regoleranno il pedaggio veicolare. in poche parole, si tratta di una versione all’italiana della “congestion charge”. In poche parole, si tratta di una tariffa che serve per eseguire l’accesso alle zone semi centrali della Capitale. Se così vogliamo chiamarlo, si può considerare una specie di pedaggio per contrastare il traffico.

Il controllo degli ingressi

Gli ingressi verranno controllati grazie ad un sistema di varchi elettronici, che è già stato previsto per Roma in riferimento all’accesso dei bus turistici. E le regole sugli orari della Ztl nel centro storico che fine faranno? Sembra proprio che potrebbero rimanere in vigore e il relativo accesso avverrebbe sempre e solo mediante un apposito permesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>