Chrysler 200 foto e informazioni ufficiali

di Redazione Commenta

Sono state pubblicate online nuove immagini ufficiali della Chrysler 200, berlina presentata al Salone di Detroit e basata sulla piattaforma C-Wide già utilizzata dall’Alfa Romeo Giulietta.

La nuova Chrysler 200 per il Gruppo FCA rappresenta il debutto del nuovo design stilistico, ma questo modello propone anche la tecnologia Led per i gruppi ottici, riduzione dei consumi fino al 13% e una rinnovata rigidità strutturale del telaio, che porta alla riduzione delle vibrazioni. Lo schema delle sospensioni prevede multi-link posteriore e telaietto in alluminio, abbinato al MacPherson anteriore.

I clienti potranno scegliere tra il 2.4 quattro cilindri Tigershark Multiair2 da 184 CV e il 3.6 V6 Pentastar da 295 CV. Sulla V6 sarà proposta anche la trazione integrale con l’asse posteriore capace di ricevere fino al 60% della coppia (in modalità Sport) e scollegabile per la riduzione dei consumi. È inoltre a disposizione il cambio automatico a nove marce, con oltre 20 strategie di cambiata e il nuovo comando rotante in plancia. Chrysler per la 2.4 dichiara una media autostradale di 6,7 l/100 km secondo la normativa Usa.

Gli allestimenti LX, Limited e C saranno affiancati dalla versione S, che di serie propone finiture in nero lucido, doppio scarico posteriore e cerchi in lega da 18″ o 19″ in tinta alluminio scuro. La plancia include il sistema multimediale UConnect con display da 8,4 pollici, abbinato alla strumentazione digitale con schermo da 7 pollici, offrendo diversi portaoggetti nella zona centrale, con un vano dedicati ai dispositivi mobili dei passeggeri.

Sul mercato americano la 200 debutterà con prezzi che partono da 21.700 dollari (circa 15.700 euro al cambio attuale) per la versione LX 2.4 con cambio automatico a nove marce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>