Audi A3 Restyling

di Redazione Commenta

La novità principale del restyling riguarda i gruppi ottici anteriori di nuova forma e dotati della ormai modaiola palpebra..

Si sa che le belle donne d’estate si truccano poco e seguendo questa regola di bellezza l’Audi A3 si propone con un leggero restyling che ha interessato pochi dettagli ma capaci di rinnovarne l’aspetto e di uniformarla agli ultimi stilemi della casa di Ingolstad.

La novità principale del restyling riguarda i gruppi ottici anteriori di nuova forma e dotati della ormai modaiola palpebra superiore composta da sette led bianchi, elemento primario del family feeling di Audi.




Sempre all’anteriore troviamo rinnovate la forma e la dimensione delle prese d’aria e la sagoma del paraurti che adesso, assieme all’imponente calandra con i quattro cerchi, conferiscono alla A3 un look più grintoso e sobriamente racing.

Esternamente si notato anche gli indicatori di direzione posti sotto gli specchietti retrovisori esterni.
Internamente non sono state fatte modifiche sostanziali o stravolgenti; si segnala un diverso colore di fondo della strumentazione e la disponibilità di nuove nuances per i rivestimenti interni.

Interessante invece la nuova motorizzazione 2000 turbodiesel da 170cv, dotata adesso di un nuovo sistema common rail che, oltre a ridurne i consumi, la rende soprattutto molto più silenziosa rispetto alla motorizzazione precedente.

Il cambio S Tronic a 6 rapporti, robotizzato e con doppia frizione, è adesso disponibile per tutte le motorizzazioni; Audi dichiara un passaggio da una marcia all’altra in 0.2 secondi.

Ampia e “ricca”, in tutti i sensi, la lista di accessori per completare la dotazione di serie della nuova Audi A3. Geniale risulta la mega Audi S3 S-Tronic di generazione A3 in vendita. Una macchina perlomeno da provare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>