Mercedes AMG G 63 by Savage, ecco il nuovo kit che impressiona

di Gtuzzi Commenta

É stata già ribattezzata da parte di qualche esperto un vero e proprio “demone dell’asfalto”, sopratutto per via della presenza di quei fari rossi che un po’ di inquietudine la trasmettono, eppure non si tratta certamente delle uniche caratteristiche che destano una notevole impressione in riferimento alla nuovissima Mercedes AMG G 63 by Savage.

Prima di tutto, bisogna mettere in evidenza come il Mercedes AMG G 63 si possa considerare uno di quei fuoristrada che senza ombra di dubbio strizza da sempre l’occhio ai preparatori. 

Ecco spiegato il motivo per cui non ci si dovrebbe certo stupire di fronte all’ultima preparazione di questo pazzesco fuoristrada, che è stata realizzata da parte di Savage, una società che ha la sua sede principale nell’Illinois e che ha deciso di apportare un gran numero di modifiche sia dal punto di vista estetico che sotto il profilo squisitamente tecnico.

Molto interessante mettere in evidenza anche come questa versione del tutto particolare possa contare sulla spinta del potentissimo motore 4.0 V8 biturbo, ovvero il propulsore che è montato all’interno della versione originale e che riesce a sviluppare una potenza fino ad un massimo di 700 cavalli, oltre un centinaio in più in confronto alla configurazione base. È chiaro che si è deciso di lavorare sia sulla centraline che sul motore.

Non solo, dal momento che è presente pure un filtro dell’aria sportivo che è in grado di garantire delle prestazioni particolarmente elevate, oltre che una doppia presa d’aria che è stata posta direttamente sul cofano. Tra le altre novità, c’è da mettere in evidenza pure la presenza di un impianto di scarico che è stato notevolmente potenziato, in maniera tale da far crescere di conseguenza i decibel che caratterizzano il motore.

Dando uno sguardo al picco di velocità massimo, in base a quanto è stato rivelato da parte del produttore, ci si aggira intorno ai 240 chilometri orari. Per il momento, non è stata rilasciata alcuna informazione in riferimento allo scatto da 0 a 100 chilometri orari.

È chiaro che si tratta di una preparazione che mira più che altro a impressionare il più possibile. I fari di colore rosso sono proprio il motivo per cui è stata ribattezzata con un soprannome molto particolare e lo sguardo di questa vettura, in effetti, è decisamente cattivo e minaccioso. Insomma, non c’è da scherzare molto nemmeno in riferimento ai Led, che possono modificare la propria colorazione senza problemi, passando dal rosso fino al bianco. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>