In vendita la maggioranza azionaria di Aston Martin

di Alessandro Bombardieri Commenta

Sembra essere in vendita la gloriosa Casa britannica.

Stando a quanto riportato da Bloomberg, il fondo kuwaitiano Investment Dar che possiede il 64% dell’Aston Martin, avrebbe iniziato dei colloqui per la cessione della propria quota della storica Casa automobilistica britannica.

L’agenzia afferma che tra le varie società contattate per parlare della cessione di Aston Martin ci sarebbero anche l’indiana Mahindra e la giapponese Toyota giocherebbe un ruolo molto importante a sua volta.


Tuttavia cedere un marchio come Aston Martin non sarà molto facile, infatti secondo quanto riportato da queste voci di corridoio la Investment Dar avrebbe chiesto circa 800 milioni di dollari per cedere le proprie quote ed ovviamente ad ora le offerte dei possibili compratori non sono ancora arrivate a questa cifra. La Investment Dar acquistò la Casa dalla Ford nel 2007 pagando un corrispettivo di 805 milioni di dollari.

ASTON MARTIN RAPIDE RESTYLING 2013

Bloomberg riporta che la Toyota qualche mese fa avrebbe avviato uno studio di fattibilità sull’acquisizione di una quota azionaria dell’Aston Martin, però questi rumors sembrano sostenere che negli ultimi periodi l’interesse della Casa nipponica verso quella inglese sembra essere calato. Rimane perciò ancora grande incertezza sul futuro di un marchio glorioso come Aston Martin: dal punto di vista strategico la Aston è uno dei pochi Costruttori di lusso a non avere legami con un grosso Gruppo automobilistico. Questo fà sì che Aston Martin non abbia accesso a tecnologie e soluzioni avanzate in particolare per quanto riguarda la riduzione di consumi ed emissioni, invece avendo un Gruppo automobilistico grosso su cui appoggiarsi Aston potrebbe avere uno sviluppo migliore a minori costi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>