Gli incentivi statali in Europa

di Redazione Commenta

Gli incentivi statali per acquistare una nuova auto stanno iniziando a dare i frutti sperati.

Gli incentivi statali per acquistare una nuova auto stanno iniziando a dare i frutti sperati. Per fare un piccolo esempio, in Germania, la Skoda Octavia (auto che in pochissimi si sarebbero sognati di comprare prima della crisi) è balzata tra i primi posti assoluti nelle vendite sul territorio tedesco.

Skoda ha così superato nelle vendite BMW per la prima volta in assoluto, nell’aprile 2009, questo apre un nuovo spiraglio nel mondo dell’automobile. Potremmo infatti vedere nuovi nomi affacciarsi nelle classifiche di vendita nei prossimi mesi.

Un mercato si è fatto notare più degli altri in questo periodo nero per l’economia mondiale ed è quello russo. Circa un anno fa si parlava addirittura di un imminente sorpasso del mercato automobilistico in Russia ai danni del mercato tedesco.

Tuttavia, la crisi che ha colpito anche il mondo dell’auto si è fatto sentire molto sul mercato russo, facendogli perdere ben il 60% di vendite mentre il mercato dell’auto in Germania è risalito (grazie anche agli incentivi statali) del 19% nel solo aprile 2009, addirittura +40% a marzo ovvero il primo mese di incentivi.

Toyota è una delle case che più ci ha rimesso per colpa della crisi soppiantata dalle altre aziende asiatiche come Kia e Hyundai che hanno previsto per le loro auto ottimi incentivi. Secondo alcuni numeri diffusi dall’ACEA Audi ha venduto più auto di Toyota sorpassando BMW e Mercedes-Benz.

Il risultato è che le famiglie ora cercano anche un’auto con un marchio meno conosciuto per fare un buon acquisto risparmiando, però a tenere la testa nelle vendite è sempre il gruppo Volkswagen, che aiutato anche da Skoda ha visto le sue vendite salire del 21.3% nel mese di aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>