La tecnologia degli pneumatici Michelin Cross Climate

di Redazione Commenta

 Cross Climate sono gli pneumatici estivi di Michelin dotati anche della certificazione invernale. Hanno la marcatura M+S e presentano anche il fiocco di neve. Sono in grado di soddisfare le esigenze di moltissimi automobilisti ma qual è la tecnologia di riferimento?

Scopriamolo grazie ad uno dei principali siti web su cui acquistare pneumatici in Italia https://www.gomme-auto.it/ che oltre ad essere un punto di riferimento per prezzi ed offerte è un indispensabile guida all’acquisto ricca di informazioni su questo prodotto.

Gli pneumatici CrossClimate di Michelin, nel pieno rispetto del codice della strada, garantiscono le prestazioni tipiche delle gomme estive in estate e delle gomme invernali in inverno. Questa duplice opportunità è legata alla ricerca fatta sul materiale delle gomme. CrossClimate infatti usa una mescola per il battistrada realizzata con materiali innovativi in grado di dare allo pneumatico delle caratteristiche uniche.

Una gomma per essere sicura ed essere anche performante, ha la necessità di essere aderente al suolo in ogni condizione meteo. Se il battistrada tiene sul fondo innevato, tiene sul bagnato e ha una resa ottimale sull’asciutto, si può dire che sia perfetto. Cross Climate di Michelin è perfetto.

Gli ingegneri di Michelin hanno lavorato sulla mescola, sulla costituzione e sull’assemblaggio delle gomme. La mescola è quella che garantisce l’aderenza all’asfalto, l’elasticità e l’uniformità del battistrada. Michelin ha testato queste caratteristiche con ogni clima, dal freddo polare al caldo tropicale spaziando da una temperatura estrema all’altra.

L’assemblaggio è stato fatto in modo che fosse migliorata la morbidezza della ruota anche nel passaggio da un terreno nevoso e ghiacciato ad un terreno asciutto. I test hanno dimostrato che non ci sono cali rilevanti delle prestazioni. Molto importanti dal punto di vista tecnologico, nelle Cross Climate di Michelin anche il disegno simmetrico del battistrada, le lamelle autobloccanti 3D e i tasselli smussati.

Il disegno simmetrico con scolpitura a V e angolazione evolutiva ottimizza l’aderenza al fondo innevato e ghiacciato, così come l’angolazione svasata delle spalle migliora l’aderenza in rettilineo. Le lamelle autobloccanti di spessore variabile massimizzano l’effetto palla di neve donando maggiore motricità così come i tasselli rigidi aumentano la stabilità della gomma. I tasselli smussati invece garantiscono un miglior contatto con il suolo durante le frenate su fondo asciutto.

Anche nel prezzo si dimostra una scelta vincente, pochi euro in più rispetto alle corrispondenti soluzioni premium estive o invernali del produttore premium; 89 euro per la misura 205/55 r16,  e 119 euro per la misura più comune di berline superiori ed auto sportive 225/45 r17, prezzi allineati al settore ed in grado di eliminare la seccatura del cambio stagionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>