Come sapere il codice di velocità delle gomme

di Redazione Commenta

Come sapere il codice di velocità delle gomme? È un’informazione molto importante che ci svela una caratteristica cruciale: ecco in che modo si può scoprire

Il codice di velocità delle gomme è un’informazione di estrema importanza, poiché indica la velocità massima che un determinato pneumatico può reggere. Ecco per quale motivo è essenziale che un automobilista conosca questo parametro, soprattutto prima di acquistare nuovi pneumatici. Ma come è possibile sapere il codice di velocità delle gomme? Innanzitutto va specificato che viene espresso attraverso una lettera dell’alfabeto ed è un elemento che si può trovare in diversi modi; viene infatti riportato sulla spalla delle gomme (subito dopo l’indice di carico) e all’interno del libretto di circolazione. Inoltre, i siti specializzati nella vendita di pneumatici come gomme-auto.it indicano il codice di velocità nella scheda tecnica specifica per ogni prodotto presente nel catalogo, così da offrire questa informazione in maniera semplice ai clienti.

In che modo si legge il codice di velocità

Come già anticipato in precedenza, il codice di velocità è simboleggiato da una lettera che corrisponde alla velocità massima che quel determinato pneumatico può sopportare. Ad esempio, la lettera V equivale a 240 chilometri orari, mentre la lettera T a 190 km/h. Ciò significa che le gomme che riportano queste lettere non potranno superare – rispettivamente – i 240 km/h (se la lettera riportata sulla spalla è la V) e i 190 km/h (per la lettera T). Per questo è fondamentale rispettare le indicazioni fornite nel libretto di circolazione riguardo al codice di velocità dei pneumatici, poiché in caso contrario si rischia di montare gomme inadatte che possono esporre l’automobilista a gravi rischi mentre si trova al volante. Inoltre si è soggetti a pesanti sanzioni se i controlli dovessero rilevare pneumatici con codice di velocità non conforme per quella tipologia di veicolo.

Indice di velocità delle gomme: cosa dice il Codice della strada

Riguardo al codice di velocità – che può essere chiamato anche indice di velocità – il Codice della strada fornisce indicazioni ben precise: è possibile avere a bordo solamente pneumatici che lo abbiano pari oppure superiore a quanto stabilito nel libretto di circolazione. È dunque vietato (in quasi tutti i casi, in seguito verrà approfondita l’unica eccezione ammessa) installare gomme con un codice di velocità inferiore a quanto specificato, per ragioni di sicurezza. Pneumatici con un codice di velocità inferiore non sono infatti strutturati per supportare adeguatamente la potenza che quella determinata vettura può scaricare al suolo e potrebbero rendere il suo comportamento imprevedibile, in particolar modo con l’aumentare della velocità. Dunque fra i parametri da controllare prima di acquistare pneumatici nuovi vi è il codice di velocità presente nel libretto, da confrontare con quello delle gomme a cui si è interessati.

Codice di velocità dei pneumatici: le eccezioni ammesse

Solamente in un caso la normativa in vigore consente di installare pneumatici che abbiano un codice di velocità inferiore a quello riportato sul libretto: si tratta delle gomme invernali. A tal riguardo è inoltre fissato un paletto da rispettare, ovvero l’indice di velocità può non essere pari o superiore a quello indicato a patto comunque che non sia inferiore a Q, lettera che corrisponde a 160 chilometri orari. Questa eccezione alla norma è valida solamente per le gomme invernali e soltanto durante l’inverno, perciò non può essere estesa alle gomme quattro stagioni anche se dotate di certificazione invernale. Nel caso di acquisto di pneumatici termici, dunque, è possibile scegliere gomme con codice di velocità inferiore; per tutte le altre coperture, invece, tale codice deve essere rigorosamente pari oppure superiore a quello che viene indicato nel libretto di circolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>